Scoperto uno strumento "senza precedenti" per hackerare iPhone

NSO Group, un’azienda israeliana che vende software di pirateria ai governi in modo che possano spiare giornalisti e dissidenti, ha sfruttato tre vulnerabilità di sicurezza nel software di iPhone. Lo riporta il portale Gizmodo, citando un rapporto di Lookout Security.

Il ‘software’ di NSO Group è in grado di leggere messaggi di testo ed e-mail, oltre a tracciare chiamate e contatti. Non è tutto, il sofisticato strumento può registrare suoni, raccogliere password e tracciare la posizione dell’utente del telefono.

Da parte sua, Apple ha già rilasciato una patch per correggere le violazioni della sicurezza nella versione 9.3.5 di iOS. del ‘software’ per i cellulari. Per ricevere la patch, è sufficiente scaricare l’aggiornamento di cui sopra.

Gli esperti di sicurezza di Lookout Security e Citizen Lab sono rimasti scioccati dal “software” senza precedenti utilizzato dal gruppo NSO. “Ci siamo resi conto che eravamo di fronte a qualcosa che nessuno aveva mai visto, letteralmente, un clic su un collegamento per il jailbreak di un iPhone in un solo passaggio“, ha detto Mike Murray a Motherboard. “È uno degli elementi più sofisticati dello spionaggio cibernetico mai visto“, ha aggiunto.

Lo strumento è stato utilizzato per hackerare l’iPhone di Ahmed Mansoor, un attivista per i diritti umani negli Emirati Arabi, che lo ha scoperto dopo aver ricevuto messaggi sospetti. Contenevano un collegamento che avrebbe portato all’installazione del programma dannoso.