Tre-italiaL’operatore nazionale Tre Italia si è adeguato alle nuove disposizioni dell’AGCM in materia di rinnovi e rincari su base mensile. In particolare si determina con chiarezza la posizione dell’operatore dopo la vicenda che aveva visto un fronte comune tra i diversi gestori, impegnati a rincari fissi all’8,6% che aveva destato l’interesse dell’Antitrust.

Tre si adegua alle direttive: nuovi rincari mensili

Tre Italia ha proposto una serie di offerte vantaggiose ed interessanti con le sue Play 15 da 900 minuti e 9 GIGA al mese. Ciononostante pare che siamo destinati ad andare in contro ad ulteriori rincari che passeranno dall’8,6% all’8,3% così come stabilito dal provider.

In particolare si è detto che per coloro che hanno rinnovato le offerte dal 24 Marzo al 15 Aprile con formula a 28 giorni si prevederà un rimborso su credito residuo pare all’ammontare trattenuto prima delle rimodulazioni. Si conferma in particolare il +10% delle soglie per i minuti, i messaggi SMS ed i GIGA di traffico dati Internet. Tutti gli utenti interessati riceveranno adeguata segnalazione tramite SMS informativo, sulla base di un messaggio che dovrebbe riportare quanto segue:

“Ciao Sig. Bianchi, l’sms che hai ricevuto ha lo scopo di informarti che per la tua opzione, addebitata ogni 28 giorni prima della modifica, la variazione del costo nominale passerà da +8,6% precedentemente annunciato, alla percentuale dell’8,3%. La tua spesa annuale di conseguenza diminuisce. Tale variazione sarà introdotta a partire dal 16 aprile 2018, per i rinnovi dal 24 Marzo al 15 aprile e sarà pertanto prevista la restituzione automatica sul credito telefonico di quanto addebitato in eccesso, nel minor tempo possibile. Ti confermiamo invece che l’eventuale incremento del 10% di minuti, SMS e GIGA resta valido. Tutte le informazioni sono state pubblicate sul nostro sito, www.tre.it/avvisi.”

Avete già ricevuto il messaggio SMS che informa dell’avvenuto cambiamento? Fatecelo sapere.