Apple Music raggiunge 40 milioni di abbonati a pagamento

Apple Music raggiunge i 40 milioni di abbonati che pagano il servizio in 115 Paesi. Lo rende noto un messaggio inviato da Edddy Cue ai dipendenti dell’azienda. Insieme all’annuncio, Cue ha annunciato l’ascesa di Oliver Schusser al direttore internazionale di Apple Music e ai contenuti internazionali, in prima linea nelle iniziative relative ai contenuti al di fuori degli Stati Uniti, come App StoreiBooksPodcast e gli store di film e musica.

Per chi non è nuovo dell’argomento, è stato anche uno dei personaggi chiave nell’acquisto di Shazam. Schusser, all’interno della compagnia da 14 anni, lascerà il suo posto a Londra e si trasferirà a Cupertino. Prima di entrare in Apple ha lavorato per UniversalNaspte , Vodafone e Bertelsmann.

L’affermazione interna di Eddy Cue spiega che, oltre ai 40 milioni di utenti che pagano per usufruire di Apple Music, ci sono altri otto milioni che lo utilizzano anche in qualche forma di prova gratuita del servizio.

Il servizio di musica in abbonamento di Apple cresce ad un tasso medio mensile del 5%, mentre Spotify cresce del 2% al mese secondo il WSJ, che prevede un superamento degli abbonati, almeno negli Stati Uniti, tra qualche mese. Spotify Technology, il principale concorrente di Apple nel servizio di streaming musicale, conta 71 milioni di abbonati chiamati “premium”, una cifra che include utenti che hanno dato all’azienda un numero di carta di credito per una prova gratuita del servizio.

Leggi anche: Apple Music conquista 38 mln di abbonati, il 50% degli utenti di Spotify

Ti potrebbe interessare