Apple a lavoro su un iPhone che potrebbe essere gestito senza toccarlo

Bloomberg riferisce che Apple vorrebbe incorporare il controllo no-touch e lo schermo curvo ai futuri iPhone per individualizzare il prodotto in un mercato in cui la competizione è dura. Grazie al controllo non tattile, gli utenti potranno inserire comandi sul dispositivo con semplici gesti davanti allo schermo, senza bisogno di toccarlo.

Sempre sul sito si spiega che il dispositivo potrebbe avere uno schermo con una curvatura  “graduale verso l’interno dall’alto verso il basso“. Le fonti citate da Bloomberg spiegano che occorreranno ancora almeno due anni prima che entrambe le caratteristiche possano essere realizzate.

Ma sembra che Apple stesse lavorando ad entrambe le idee per qualche tempo

Nel 2013 ha acquisito PrimeSense, un’impresa israeliana specializzata nella percezione 3D e, da allora, ha registrato numerosi brevetti per il controllo non tattile. Uno di questi è un brevetto del 2014 che copre il riconoscimento visivo dei gesti, grazie al quale gli utenti possono interagire con il dispositivo senza toccarlo. E, a seguire, anche un aggiornamento del 2016 per il tracciamento hands-on 3D che consentirebbe anche interazioni senza contatto fisico.

Tuttavia, l’esistenza di brevetti non implica che tale caratteristica del prodotto sia imminente. Apple, infatti, ha inoltre registrato brevetti su iPhone che potrebbero funzionare a energia solare e altri per concept di dispositivi pieghevoli nel 2010 e 2016, rispettivamente. Ma non sono stati immessi – ancora – sul mercato.

Ti potrebbe interessare