Whatsapp pubblicità
Nei piani di Whatsapp c’è anche la pubblicità in app.

È un affermazione che fa lo stesso Mike Schroepfer, il chief technical officer di Facebook.

Schroepfer, peraltro, ha affermato che “La nostra esperienza con Facebook ci insegna che quando la pubblicità è integrata nel prodotto funziona e soddisfa le persone. Quindi anche per la messaggistica immagino qualcosa di molto più integrato nell’esperienza dell’applicazione che piaccia sia agli utenti sia alle aziende. È questo che stiamo cercando di capire” sottolineando che “su Messenger e sulle altre app popolari nel resto del mondo è chiaro che più che di pop-up (finestra che si apre durante la navigazione su internet, ndr) parliamo di facilitare le interazioni fra le persone e le aziende”.

Ma come si presenterà questa pubblicità in app?

Ripercorrendo il discorso di Schroepfer si possono immaginare delle novità riguardanti l’interfaccia di Whatsapp: in testa alla pagina delle finestre di conversazione, saranno presenti degli account o contenuti sponsorizzati.

L’applicazione ha già fatto un primo passo in questa direzione: attraverso la sua piattaforma Business, ha incoraggiato le imprese (per ora le più piccole ma il risultato da conseguire comprende anche le aziende di maggiore importanza)  a interagire con gli utenti attraverso chat.

Da quanto affermato in precedenza si può comprendere che la pubblicità, quindi, non consisterà in classici banner ma sarà personalizzata per ogni utente laddove possibile. Infatti, sarà una scelta che porterà la persona ad essere, eventualmente, informata su offerte o argomenti di interesse proprio.

Questa notizia porta con sé un’indiscrezione: sarà forse questo il motivo che ha spinto i co-fondatori di Whatsapp a lasciare l’azienda?