Apple vs Samsung

Samsung e Apple sono le protagoniste di una nuova battaglia legale, l’oggetto che si contendono sono i brevetti.

Le due colossali aziende si incontreranno nella corte di San Jose, in California, a partire da lunedì e per una settimana. In queste sedi, discuteranno sulle azioni di Samsung che si è appropriato, per dei suoi progetti, di 5 brevetti Apple: tre per design e due per le utilità.

La causa non è un fatto recente: essa aveva avuto luogo nel 2011, era arrivata nel 2016 alla Corte Suprema e oggi, nel 2018, questo incontro rappresenta il terzo processo giudiziario / distrettuale per il caso.

L’incontro non servirà a pattuire se Samsung ha infranto o meno l’esclusività dei brevetti poiché questo dettaglio è già noto. L’incontro è, invece, finalizzato a stabilire quanto l’Azienda Coreana debba  dare ad Apple come indennizzo. Uno dei brevetti in questione, riguarda la forma rettangolare dell’iPhone. In precedenza Samsung aveva già versato 548 milioni di dollari ma 399 di questi saranno riconsiderati  nel corso di questa seduta.

L’azienda Sud Coreana spera di pagare meno di quanto previsto, per aiutare questa causa, ha deciso di spiegare come le parti utilizzate attraverso questi brevetti siano in realtà una parte minore del telefono, asserendo inoltre che se una società possiede un brevetto sul porta bicchieri di una macchina, per esempio, non dovrebbe essere in grado di raccogliere il profitto dell’intera vettura. Si stima che nella produzione di un telefono rientrano circa 250 brevetti e la penalità pattuita in precedenza dalla Corte Suprema era stata prevista sul ricavato dell’intero telefono.

Apple, a sua volta, cercherà di negare questa possibilità all’azienda antagonista. A sostengo della sua tesi cercherà di dimostrare che, poiché un dispositivo Samsung ha violato parte del design dell’iPhone, Samsung dovrebbe risarcire i danni in base al valore dell’intero dispositivo. L’azienda di Cupertino intende asserire che se il design di un telefono è simile a quello di un iPhone, Apple potrebbe perdere la vendita al telefono in competizione. E questo andrebbe a sfavore dell’azienda.

Ti potrebbe interessare