Google One

È in corso una vera e propria rivoluzione sul famoso cloud di Google, Google Drive.

Lo spazio di archiviazione si modifica ottenendo i nuovi piani di storage Google One che riguardano i pagamenti ma non solo. Si dirà addio a Google Drive per accogliere Google One. Si assisterà, quindi, ad un cambio di nome ma anche ad alcune novità come l’aggiunta di diversi piani di pagamento per abbonamenti più economici che però otterranno un aumento di GB.

Tutti i piani attuali di Drive verranno convertiti, negli USA si aspetta il cambiamento per il prossimo mese. Per il resto del mondo, invece, sono ancora incerte le date.

Vediamo insieme cosa cambierà.

Prezzi

Continuerà ad esistere il piano gratuito che offre all’utente 15 GB così come il piano da 100 GB che manterrà il suo costo di 1,99 dollari mensili. 

Con 2,99 dollari mensili, Google avvia dei cambiamenti e consente all’utente di ottenere 200 GB di spazio.

Viene eliminato, invece, il piano da 9,99 dollari mensili che forniva 1 TB. Al suo posto, per lo stesso prezzo, vi sarà un abbonamento che offrirà il doppio dello spazio –2 TB-.

I piani da 10, 20 e 30 TB rimangono allo stesso costo di oggi: rispettivamente 99,99, 199,99 e 299,99 dollari mensili.

Novità

Grazie a Google One, gli utenti potranno condividere il loro piano di storage fino ad un massimo di 5 componenti; ognuno dei componenti avrà uno spazio privato e potrà accedere esclusivamente ad esso.

Google ha annunciato questa novità affermando che “Grazie agli smartphone e ai nuovi formati fotografici e video ad alta risoluzione la gente immagazzina dati ad una velocità sempre maggiore. È per questo che stiamo annunciando Google One, un piano semplice per lo storage esteso che include diversi benefici”.

Ti potrebbe interessare