UIkit
Con l’inizio della WorldWide Developer Conference 2018Apple ha annunciato, oggi, il suo piano per portare UIKit su Mac.

Un piano basato su un progetto pluriennale, il quale è già convalidato poiché è stato reso noto che l’Azienda di Cupertino sta testando i nuovi framework multipiattaforma con le proprie app -Home, News, Voice Memos e Apple Books- di riserva in macOS Mojave. In particolare, l’azienda sta estendendo i framework dell’interfaccia iOS per funzionare bene sul sistema di finestre Mac ma è stato, nuovamente confermato, che i due sistemi non si fonderanno. 

Una fusione che non avverrà anche perché, secondo lo stesso Tim Cook, una possibile unione tra i due sistemi non sarà mai possibile, in quanto essi sono stati progettati per offrire due complete e diverse esperienze agli utenti e sono proprio questi ultimi a richiederne la scissione.

A partire da quest’anno, gli sviluppatori apprenderanno come iniziare a usare i suddetti Framework per le loro app in uscita a partire, forse, dall’anno prossimo. È stato, inoltre, reso noto che  UIKit su Mac supporterà l’ingresso del trackpad e del mouse, il ridimensionamento delle finestre, la funzione copia e incolla, il trascinamento della selezione e tutto il resto necessario per far sembrare un’applicazione nativa un’app nativa.

UIkit

Non sono state concesse informazioni riguardo a possibili sessioni di sviluppo ma sappiamo per certo che questo progetto non verrà interamente esposto se non con l’arrivo del prossimo anno, il 2019.

Anno in cui sarà disponibile anche per gli sviluppatori di terze parti che vorranno cimentarsi in questa impresa.

 

 

Ti potrebbe interessare