screen time

Come era apparso di sentire nei giorni antecedenti alla presentazione di iOS 12, Apple sembrava star lavorando su una funzione in grado di curare la dipendenza dal cellulare. 

Un’indiscrezione diventata realtà ma in parte… perché non si tratterà di una funzione ma di una vera e propria applicazione: Screen Time! In uscita a settembre, essa permetterà di curare l’overdose di tecnologia di cui tutti soffriamo poiché offrirà un report completo sulle ore passate davanti allo schermo, specificando quali azioni sono state fatte e quali applicazioni si sono visitate e sovra usate.

Rilevante sarà anche la possibilità di limitare quelle apps: infatti, attraverso delle opzioni, si potranno stabilire le ore che ci saranno permesse passare su quel determinato social network o chissà, su internet stesso.

Screen Time è stata presentata durante la keynote della WorldWide Developer’s Conference 2018, in seguito alle novità della nuova versione di sistema: iOS 12, la quale l’accompagnerà nell’uscita.

Nonostante sia aspettata per inizio autunno, giura voce che una versione beta potrebbe essere rilasciata, in America, per delle famiglie così da poter studiare meglio il rendimento dell’applicazione stessa. Questo potrebbe avvenire per inizio estate ma non è certo.

L’Azienda di Cupertino si è espressa a riguardo sottolineando che ha ideato questa nuova opzione per poter educare i giovani all’uso della tecnologia e per poter, anche, concedere ai più grandi una vita più sana, vissuta al di fuori di uno schermo e dei pixel.

Una volta raggiunto il limite, la fase di “Time Out” sarà inconfondibile poiché, dopo aver ricevuto un’avviso, il display assumerà un colore grigio e non tornerà normale fino a quando non riceverà un’autorizzazione. Autorizzazione che potrà essere fatta a distanza o in maniera diretta seppure bisogna accertarsi ancora il procedimento.

Per i bambini o i più i giovani, i genitori potranno stabilire un vero e proprio programma di ore e limiti così da creare un vero e proprio regime. 

Ti potrebbe interessare