iOS 12 di Apple e Android di Google: le "ispirazioni" del nuovo iOS

Presentato durante l’ultima edizione del WWDC 2018, il nuovo iOS 12 di Apple ha portato diverse novità. Ha anche portato diverse funzioni richieste dall’utente e varie ispirazioni ad Android di Google.

Negli ultimi anni, si è verificata una naturale convergenza tra il sistema operativo di Google e l’equivalente della società di Cupertino. Qualcosa che è diventato evidente proprio con la presentazione di iOS 12, disponibile da settembre per gli utenti di iPhone e iPad.

Entrambe le piattaforme stanno raggiungendo un certo grado di maturazione. Sono novità importanti che arrivano nell’universo Apple con iOS 12. E si tratta di dati acquisiti nell’universo di Google con Android Oreo. Il ciclo si ripete e si inverte più e più volte. Nel 2017, Google ha cercato di “copiare” iOS 11 mentre preparava il suo Android Oreo, l’ottava versione del sistema. Meno di qualche mese dopo, alcune delle novità disponibili mesi fa per Android raggiungeranno iOS 12 a settembre 2018 (data non confermata).

Android e iOS, sempre più identici?

È perfettamente normale che iOS (da questo iOS 12) e Android (da Android Oreo) siano sempre più simili. Non in apparenza o nel funzionamento, ma a livello di funzionalità, metodi e strumenti per l’utente. Ora, dopotutto, è naturale l’evoluzione della tecnologia per soddisfare i bisogni umani.

Tra le funzionalità di iOS 12 di cui hanno bisogno i consumatori e gli utenti, la famigerata preoccupazione per il benessere digitale. Tornando a maggio, questo sarebbe stato il “granello” che avrebbe fatto la differenza dell’intero keynote di Google I/O 2018. Detto questo, anche se alcune delle nuove funzionalità di Apple iOS 12 non sono davvero rivoluzionarie, sono comunque accattivanti. In effetti, molti di loro sono già in uso con Android Oreo di Google.

 

Le notifiche di gruppo – iOS 12

I canali e i gruppi di notifiche sono arrivati ​​per la prima volta su Android di Google nell’agosto 2017. Ora arrivano su iOS 12 di Apple per grande sollievo dell’utente e per il grande orgoglio di Apple. In effetti, questa era la funzionalità più richiesta dagli utenti da molto tempo. È anche una delle maggiori carenze di iOS 11.

 

Android Oreo ha generalizzato le notifiche raggruppate

In iOS 12, per quello che potremmo già evidenziare usando la versione beta, abbiamo un’organizzazione delle notifiche molto interessante. Un aspetto graficamente fluido e curato, qualcosa a cui siamo già abituati in Apple. In pratica, questa nuova funzione assicurerà il raggruppamento di tutti gli avvisi che arrivano su iPhone/iPad. Questo ci farà risparmiare tempo, pazienza, spazio sullo schermo e darà un controllo preciso.

 

Galleria fotografica di Apple o Google Foto

Per gli utenti di Apple iOS 12, tutte le operazioni di galleria sono ora più intelligenti. È anche estremamente simili al servizio Google Foto, dai suggerimenti automatici al formato di organizzazione dei contenuti. Riteniamo che qui Apple si sia concentrata sulla facilità di cercare contenuti, condividerli e sull’intelligenza artificiale. Qui, proprio come nelle foto di Google, avrai collage automatici e contenuti generati da algoritmi di intelligenza artificiale.

 

AR Emoji su Android e Memoji su iOS 12

Durante il  keynote di WWDC18, un’altra delle novità presentate è stato il memoji. Una nuova forma di espressione che eleva l’Animoji introdotto con l’iPhone X ad un nuovo livello. Per gli utenti di Samsung Galaxy S9 e Galaxy S9 Plus, la stessa funzione si chiama AR Emoji. In pratica, sono animoji più personalizzati che si adattano ai tuoi tratti fisici.

In breve, è un’altra funzione che era già nota nell’universo Android e sarà ora generalizzata con Apple iOS 12.

 

Chiamate di gruppo su Google Hangouts e FaceTime

Il servizio che utilizziamo spesso per mediare le nostre trasmissioni in diretta su YouTube, Google Hangouts supporta fino a 25 partecipanti. Apple FaceTime ora supporta fino a 32 partecipanti, con la possibilità di applicare gli animoji durante la chiamata.

In effetti, nell’universo Android questa non è più una novità. Infatti, anche Facebook Messenger consente videochiamate con un totale di 50 utenti contemporaneamente.

 

Benessere digitale su Apple iOS 12 e Google P di Google

Questo è stato uno degli argomenti più discussi durante la presentazione di Apple. Ora con iOS 12, Apple vuole che gli utenti abbiano un senso e un controllo sul tempo trascorso sui loro dispositivi mobili. In pratica, una nuova app.

Ti potrebbe interessare