Apple Music

Apple Music e Spotify sono due noti servizi legali per ascoltare musica e nuove uscite del campo, senza dover essere obbligati ad acquistare un album fisico.

Sebbene Spotify potesse sembrare l’app prediletta dagli utenti, negli ultimi periodi Apple Music ha sfiorato quote di iscritti da non prendere sott’occhio ed oggi, ufficialmente, supera il primo servizio. 

La fonte anonima, che si dice sia un importante distributore con sede negli Stati Uniti, ha dichiarato di aver condiviso un rapporto con il sito Web in cui sono riportati i dati relativi agli abbonati di diversi servizi di streaming musicale, tra cui Apple Music, Spotify o ancora Tidal e Sirius XM che in Italia sono poco conosciuti.

Apple Music, quali sono gli abbonamenti e come funziona

L’azienda di Cupertino offre tre tipi di piani: Studenti, Famiglia e Individuale. Gli abbonamenti sono   fatturati mensilmente (o annualmente, solo per l’account Individuale)  ed hanno come prezzo:

  • Studenti, €4,99 al mese con l’appunto del potersi iscrivere a Apple Music a un prezzo scontato valido per 48 mesi. Questo periodo di tempo non deve necessariamente essere continuativo.
  • Individuale, €9,99 al mese o €99,00 all’anno. Con un abbonamento annuale, si usufruisce del servizio Apple Music per 12 mesi al prezzo di 10.
  • Famiglia, €14,99 al mese col quale ogni membro incluso in un abbonamento ottiene accesso illimitato all’intero catalogo di Apple Music.

Usarlo è estremamente facile poiché una volta aperta l’app, si dovrà eseguire una semplice ricerca come se si fosse su Safari o YouTube.

Con iOS 12, poi, sono in arrivo due nuove fetaures che potete approfondire qua. L’aggiornamento includerà la possibilità di cercare i brani con i loro testi, piuttosto che solo l’artista, l’album o il titolo e un nuovo design per la pagina degli artisti

Ti potrebbe interessare