Instagram

Instagram è uno dei social più utilizzato al mondo ed è anche la terza app più popolare del gruppo Facebook; seppure sia stata concepita come un semplice spazio in cui postare le proprie foto, oggi è una vera e propria azienda che offre lavoro agli influencers di ogni Paese.

C’è però una nota negativa quando si parla di questa piattaforma, ed è la falsità che gira intorno ad essa. A che cosa ci si riferisce con questa affermazione? Esclusivamente ai suoi iscritti.

l’App dal fantomatico miliardo di utenti

Instagram ha raggiunto un bel traguardo, uno di quelli che ogni sviluppatore sogna: la quota da un miliardo di utenti. 

Grazie alle sue diverse implementazioni, negli ultimi anni il suo potere è cresciuto sempre di più, fino ad arrivare a contrastare anche la piattaforma di video più famosa al mondo, ovvero YouTube. 

Il tutto anche grazie a questi cosiddetti “Influencers” che contano profili con milioni di followers e mille mila mi piace sotto ogni foto postata.

Diventare un influencer significa avere, per l’appunto, dei numeri importanti sul proprio profilo. Quando si parla di seguaci la regola è semplice: più se ne hanno, più si è “allettanti” per le aziende che cercano persone per fargli pubblicità.

Ma non è oro tutto ciò che luccica poiché è molto usuale che quando si visitano profili del genere, quei numeri siano molto gonfiati grazie a dei profili creati ad hoc da software, con lo scopo di incrementare solamente i followers di chi compra dei pacchetti dedicati.

Il caso dei fake followers anche su Twitter

Secondo diverse fonti, circa 95 milioni di accounts sono bot su Instagram, mostrando quindi che tutti gli utenti iscritti, in realtà, non sono persone in pelle ed ossa.

Questo fenomeno ha avuto inizio nel 2010, ma negli ultimi anni ha toccato l’apice e oggi risulta molto semplice acquistare per qualche euro amici su Facebook, Seguaci su Twitter, su Instagram e così via

Basta letteralmente eseguire una ricerca su Google per avere una lista di risultati lunghi pagine e pagine.

Al fine di sconfiggere questo fenomeno i diversi social network stanno effettuando controlli più attenti: Twitter ha persino eliminato 70 milioni di profili falsi nell’ultimo periodo.

Non sempre la strada breve porta ad ottimi risultati. 

Ti potrebbe interessare