WhatsApp

L’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo sarebbe in pericolo a causa di un grande bug presente nel sistema. A scoprirlo è stata l’azienda Check Point Software Technologies.

Questa volta non ci troviamo di fronte ad una bufala o alla classica catena di Sant’Antonio, ma ad un vero e proprio problema che permette agli hacker di dirottare le nostre conversazioni a loro vantaggio, potrebbero arrivare ad avere un potere davvero immenso.

 

WhatsApp a rischio a causa di un bug che consente di manipolare i messaggi inviati

Secondo l’azienda che l’ha scoperta, la vulnerabilità potrebbe causare tre azioni da parte dei criminali. La prima è la sostituzione della vera risposta inviata da un utente con una risposta puramente inventata. La seconda è la citazione di un messaggio in un gruppo, oppure l’invio di messaggi a membri di un gruppo.

In qualsiasi caso, il malintenzionato in grado di sfruttare questa vulnerabilità, potrebbe utilizzare il nostro WhatsApp come se avesse il nostro smartphone tra le mani. Bisogna anche ricordare che Facebook, proprietaria anche di WhatsApp, è intenzionata ad introdurre un sistema a pagamento per gli account business, e questa vulnerabilità potrebbe scappare di mano.

L’azienda ha fatto già sapere tramite un portavoce di valutare con molta attenzione il caso e che la sicurezza della crittografia end-to-end è invalicabile. Ha voluto inoltre sottolineare che per verificare che una citazione in un gruppo non sia falsa, basta cliccare il messaggio citato, per ritornare al punto originario della conversazione.

Ti potrebbe interessare