touch

Apple nel recente iPhone X ha adottato FaceID,il rivoluzionario metodo di sblocco del dispositivo, omettendo il sistema TouchID che per anni ha caratterizzato gli iPhone. Ora, però, pare che Apple voglia abbandonare definitivamente quest’ultimo.

Apple ha introdotto per la prima volta il sensore di sblocco TouchID nell’iPhone 5S. Solo nell’ultimo anno ha utilizzato un metodo diverso, introducendo FaceID, ovvero lo sblocco con il volto, con iPhone X.

 

Apple ha intenzione di abbandonare il tanto amato TouchID

Nel mese di settembre l’azienda di Cupertino andrà a presentare tutti i nuovi dispositivi come consuetudine annuale. Per quest’anno sono previsti ben tre nuovi modelli di iPhone, due con schermo OLED tra cui anche un nuovo iPhone Plus e uno con schermo LCD, più economico. L’azienda Lumentum Holdings, unica in grado di realizzare i sensori 3D utilizzati da Apple per il suo FaceID ha fatto trapelare che nei nuovi dispositivi non sarà più presente lo sblocco con l’impronta digitale.

Negli ultimi mesi infatti l’azienda ha ricevuto un grosso ordine e, anche se al momento non è trapelato il nome del mandante, tutti gli indizi portano ad Apple. L’azienda ha infatti intenzione di montare su tutti i tre nuovi dispositivi il FaceID, lo sblocco con il volto, anche nel modello economico. Il TouchID andrà così in pensione anche se non andrà perso il supporto dell’azienda per sistemare eventuali bug.

Il riconoscimento facciale è ormai presente su tutti gli smartphone top di gamma in circolazione ed è probabile che altre aziende seguano l’idea di Apple come è successo per il Notch. Secondo le ultime indiscrezioni il FaceID sarà presente anche su iPad Pro, in arrivo entro la fine del 2018, caratterizzato da cornici molto sottili. Non ci resta che attende circa un mese per scoprire se le indiscrezioni avute fino ad ora saranno confermate.