QD-Enhanced-BlU-Color-Chart

Una domanda di brevetto della Apple rivela che l’azienda si sta occupando attivamente in display avanzati quantum dot-enhanced, una tecnologia di nuova generazione che potrà garantire colori estremamente precisi e vividi.I Quantum Dots (QD) sono tecnicamente dei nanocristalli (in alcuni casi più piccoli di un virus) realizzati con vari materiali semiconduttori che presentano particolari caratteristiche della meccanica quantistica. Inoltre essi hanno la proprietà di emettere luce: in particolare, il materiale può essere “sintonizzato” in modo da emettere piccoli spettri di luce. Le proprietà elettroniche dei QD sono definite dalla loro forma e dimensione, ovvero i colori emessi durante l’eccitazione possono essere controllate quando vengono prodotti. Le dimensioni e le onde di emissione dei nanocristalli, sono inversamente proporzionali: più grande è il QD, minore sarà la frequenza di emissione (applicato ai colori, punti più grandi tenderanno a colori come il rosso, mentre punti più piccoli emetteranno colori come il viola). Tale abilità che permette di cambiare colore variando la dimensione dei nanocristalli è diversa da quella attuale a LED basata sul fosforo o sull’organico, che emettono luce in uno spettro fisso. La Apple vuole realizzare display sfruttando queste proprietà dei quantum dots. L’implementazione prevede una sorgente luminosa non QD che emette una luce blu, la quale viene combinata con la luce emessa da altri due gruppi QD, uno rosso e uno verde. Dunque un’interessante tecnologia ma non è chiaro se o quando Apple utilizzerà la tecnologia quantum dot nei suoi dispositivi.

[via]