wma

Visto il grosso calo di vendite subito negli ultimi tre anni, Nintendo ha preso un’importante decisione che potrebbe portarla nuovamente alla ribalta: sviluppare applicazioni sia per dispositivi con iOS che per dispositivi con Android.Si tratta di una notizia trapelata qualche settimana di cui oggi abbiamo maggiori dettagli grazie all’articolo uscito sul quotidiano nipponico Nikkei che annuncia sì l’entrata di Nintendo su App Store e Play Store, ma solo sotto forma di applicazioni demo, non giochi completi.

Questo per farsi pubblicità ed invogliare così gli utenti ad acquistare il gioco per la console.

La nota società giapponese ha quindi intenzione di servirsi dei dispositivi mobili per informare gli utenti dell’uscità di nuovi giochi per mezzo di applicazioni ricche di contenuti video, di mini giochi e di dettagli sui personaggi.

Nintendo non ha ceduto alle altre piattaforme allora! Ha semplicemente cercato di sfruttarle per ottenere un numero sempre più alto di utenti. E vista l’aria che tira non si può certo dire che non abbia fatto bene a prendere questa decisione dopo il flop avuto con la Wii U. Ad ogni modo la notizia ufficiale è prevista per il prossimo giovedì.

[via]