Tempo di lettura: 6 minuti

iphone 5s

L’iPhone 5S è stato presentato alcuni mesi fa, ma noi di TecnoApple non eravamo ancora nati per cui solo ora possiamo recensirlo e darvi le nostre opinioni sul nuovo device di casa Apple.

Unboxing. Nella classica confezione sono presenti lo smartphone, gli auricolari EarPods di Apple di ottima qualità, un cavo USB/Lightning, un caricabatteria con porta USB, un piccolo manuale d’uso rapido e la graffetta per estrarre l’alloggiamento della nanosim.

5s (3)

iPhone 5S è disponibile in oro, argento o grigio siderale. Oggetto della nostra prova è la versione silver da 32GB, disponibile anche con memoria interna da 16 e 64GB, lo trovate sul sito Globalworkmobile.com che ce lo ha fornito per la recensione.

Estetica. Come da tradizione Apple, l’iPhone ha un corpo in alluminio monoblocco ed è praticamente identico al predecessore. L’ergonomia è ottima grazie alle contenute dimensioni del display da 4 pollici IPS LCD con risoluzione di 1136×640 pixel.

5s (4)

Le dimensioni sono di 123,8 x 58,6 x 7.6 mm per un peso di 112 grammi. iPhone 5s è molto comodo da utilizzare con una sola mano. La scocca in alluminio lo rende particolarmente vulnerabile a graffi e piccole ammaccature, molto meglio, però, del retro in vetro che lo avrebbe reso ancora più fragile.

Nella parte anteriore troviamo il tasto home con sensore biometrico TouchID integrato per il rilevamento delle impronte digitali, una fotocamera da 1.2 megapixel, sensori di prossimità e luminosità. Sul bordo sinistro sono collocati i tasti per la regolazione del volume e l’interruttore per l’esclusione della suoneria, sul bordo destro il vano per la nanoSIM.

5s (11)

Sulla parte superiore troviamo il solo tasto di accensione e spegnimento mentre sulla parte inferiore è posizionato il connettore Lightning, l’altoparlante vivavoce ed il microfono. La parte posteriore vede la presenza di un secondo microfono per la soppressione del rumore, la fotocamera da 8 megapixel con flash a LED. Presente un terzo microfono anche sulla parte frontale.

5s (10)

Hardaware. L’iPhone 5s è dotato di un processore A7 (secondo i benchmark un dual core da 1.3GHz) con architettura a 64 bit, un coprocessore di movimento M7 ed 1GB di memoria RAM LPDDR3. Apple ha dichiarato prestazioni doppie rispetto al modello precedente l’iPhone 5 per quanto riguarda velocità e prestazioni grafiche. Ottima la fluidità  generale del sistema anche se ha degli impuntamenti e dei blocchi improvvisi durante un utilizzo anche non intenso.

Diversi i tagli di memoria interna dai 16GB, ai 32GB del modello che stiamo provando, ai 64GB. Non vi è la possibilità di aumentare la capacità della memoria con una microSD, anche questo in linea con le specifiche che Apple fornisce ai suoi device.

Software. L’iPhone 5s è stato presentato con la nuova versione del sistema operativo iOS 7 che è stato aggiornato, per ora, alla versione 7.0.5, la versione 7.0.6 è stata resa disponibile solo per il mercato asiatico. Si attende l’arrivo di iOS 7.1, probabilmente in concomitanza all’uscita del nuovo iPhone 6.

5shome

Abbastanza ricca la dotazione di applicazioni come iTunes Store, App Store, Mappe, Safari, Edicola, Passbook, keynote, Numbers, iMovie, iPhoto ecc.

Connettività. L’iPhone 5s supporta le reti quadribanda GSM/EDGE, cinque bande UMTS/HSPA+, DC-HSDPA ed LTE ad 11 bande. Inoltre, troviamo il Wi-Fi 802.11a/b/g/n (802.11n a 2,4GHz e 5GHz), Bluetooth 4.0 ed il connettore Lightning. Presenti i ricevitori GPS e GLONASS, la bussola, giroscopio a 3 assi, accelerometro, sensore di prossimità, sensore di luce ambientale ed il sensore di impronte digitali che permette di sbloccare il device e di effettuare acquisti su iTunes.

Safari si rinnova dal punto di vista grafico e funzionale. Presente una nuova modalità di visualizzazione delle finestre aperte, il selettore rapido per la navigazione e un nuovo menù dei segnalibri con link condivisi ed elenco lettura. Per andare avanti ed indietro è possibile effettuare un semplice “swipe”.  Rinnovato anche il campo di ricerca unificato che offre subito le corrispondenze migliori. Molto fluido sia il pinch to zoom che il pan veloce. Il doppio tap permette di effettuare lo zoom alla larghezza del display. Possibile la visualizzazione a tutto schermo in modalità orizzontale, manca la possibilità di visualizzare i siti in formato desktop. La velocità di apertura delle pagine è impeccabile anche con un sito pesante come The Verge, pecca invece nello scorrimento della pagina che risulta molto lento e pesante.

Multimedialità. La fotocamera posteriore da 8 megapixel è dotata di sensore BSI (backside illumination), obiettivo a cinque elementi, diaframma con apertura ƒ/2.2, flash True Tone a doppio LED ed autofocus. L’interfaccia dell’applicazione offre la possibilità di attivare l’HDR, il flash, la modalità panorama, le foto in rapporto 1:1, lo scatto in sequenza ed i filtri colore. I video possono avere una risoluzione massima di 1080p ed è possibile scattare foto durante la registrazione. La messa a fuoco non è continua ma va effettuata con un tocco sul display. Tenendo premuto il dito sul display è possibile bloccare messa a fuoco ed esposizione. Presente anche la registrazione di video in “slow motion” a 120fps in HD, una novità di questo 5S.

La fotocamera anteriore è da 1.2 megapixel con sensore BSI, registrazione video a 720p e videochiamata FaceTime anche su 3G.

La prova fotografica realizzata è visibile nella galleria in basso. Gli scatti sono di buona fattura ma non eccezionali, la messa a fuoco dei soggetti non è immediata e va realizzata toccando il display. Con zoom al massimo si percepiscono rumori di fondo nell’immagine anche se non in modo eccessivo, l’utilizzo dell’HDR non è così efficace tanto da non riuscire a distinguere quella realizzata con HDR tra le diverse foto.

[alpine-phototile-for-picasa-and-google-plus src=”user_album” uid=”111897747933609735296″ ualb=”5981703754559017345″ imgl=”picasa” style=”gallery” row=”4″ grwidth=”800″ grheight=”600″ size=”320″ num=”20″ align=”center” max=”100″]

I video in FullHD si comportano esattamente allo stesso modo delle immagini scattate, il pregio della fotocamera è che riesce a mantenere il fuoco anche con zoom al massimo e con spostamenti veloci, indice di un ottimo lavoro sul sensore. A fine articolo è presente anche il video demo realizzato con l’iPhone 5s.

Il player video permette di riprodurre diversi tipi di files, anche a 1080p ma non i DivX per i quali è necessario utilizzare app di terze parti. Il player musicale è stato rinnovato nell’estetica e permette la gestione delle playlist e diverse possibilità di ricerca dei brani. Ottima la qualità audio tramite le nuove cuffie EarPods di Apple.

Parte telefonica. Il sistema di soppressione dei rumori utilizza tre microfoni che fanno egregiamente il loro lavoro e rendono l’iPhone 5s un “telefono” eccellente. Ottima la qualità audio anche tramite il vivavoce integrato.

Messaggistica. Oltre ad SMS ed MMS troviamo anche la possibilità di inviare e ricevere messaggi ad altri utenti iOS utilizzando iMessage e sfruttando la connettività dati, 3G o WiFi. Ottimo il client email, rinnovato dal punto di vista estetico e funzionale, che permette la visualizzazione delle cartelle IMAP e dei messaggi in HTML con possibilità di pinch to zoom. Con uno swipe verso sinistra su un messaggio è possibile cestinarlo oppure accedere ad una serie di opzioni.

Conclusione e parere. L’iPhone 5s va a migliorare l’iPhone 5 ma come detto si discosta poco da esso. Una delle principali novità è il sensore TouchID che rende comoda la vita quando si effettuano acquisti sull’App Store o si deve sbloccare il device. Una maggiore implementazione del TouchID con altre funzionalità lo renderebbero sicuramente più utile.

Apple fa dei materiali e della costruzione i suoi punti di forza e anche questa volta non si smentisce anche se l’utilizzo dell’alluminio porta ad un aumento del peso e a un maggiore surriscaldamento del device con utilizzo intenso. Una nota dolente è sicuramente la batteria che va ricaricata a metà pomeriggio, per fortuna i tempi di ricarica sono veloci.

Decisamente migliorabile la fotocamera e la fluidità del sistema in generale, anche nell’utilizzo del browser, che pur mantenendo sempre lo stesso launcher, offre una sensazione di morbidezza nell’utilizzo, tende troppo spesso a impuntarsi. Altra cosa che ho trovato decisamente negativo con il rinnovo grafico di iOS 7 è la somiglianza troppo eccessiva con il sistema operativo concorrente, Android.

I miglioramenti da apportare all’iPhone 5S sono molti anche se nel complesso si tratta di un ottimo terminale che ha il grosso problema di avere un prezzo eccessivo quantomeno per il mercato italiano.

Speriamo che con l’iPhone 6 ci sia il tanto atteso cambiamento di rotta anche se è difficile che Apple stravolga in modo pesante le sue caratteristiche.