iphone 6 plus

L’iPhone 6 Plus negli ultimi giorni è al centro dell’attenzione a causa di riavvii improvvisi e problemi di archiviazione rilevati da alcuni utenti. Secondo le ultime notizie questa situazione non è limitata solo al modello da 128 GB, ecco perchè l’azienda produttrice potrebbe aver preso già dei provvedimenti.L’iPhone 6 Plus non sembra essere l’unico a manifestare questo difetto grave ma secondo alcune segnalazioni anche l’iPhone 6 da 64 GB ne sarebbe affetto. Alla base di questo problema sembrerebbe esserci la memoria flash che su entrambi i modelli è una TLC NAND.

Gli ingegneri di Apple hanno lavorato per cercare di risolvere questa problematica ma alla fine il produttore di Cupertino ha deciso di sostituire sui dispositivi che verranno realizzati d’ora in poi la memoria TLC NAND con una MLC NAND. Apple ha utilizzato le TLC perchè in teoria sono migliori e più veloci memorizzando 3 bit di dati in una singola cella ma visti i riscontri pratici la scelta non è stata quella ottimale.

La sostituzione delle memoria avverrà sulle nuove unità che verranno prodotte ma quale sarà la soluzione per gli attuali possessori dell’iPhone 6 Plus? Apple potrà solo intervenire con il prossimo aggiornamento di iOS 8 migliorando la velocità di scrittura e di lettura. Non è prevista la sostituzione dello smartphone.

Dopo la debolezza strutturale denunciata da Bendgate arrivano anche i problemi di archiviazione, ci viene da pensate che la progettazione di questo prodotto debba essere rivista e migliorata.

Voi possedete un iPhone 6 Plus da 128 GB o un iPhone 6 da 64 GB? Avete riscontrato problemi durante il processo di archiviazione?

 

[Via]