iphone ipad

 

iPad e iPhone sono perfetti per leggere un libro, commentarlo con gli amici e magari mettersi in gioco tirando fuori il proprio romanzo dal cassetto

Sul fatto che i dispositivi iOS siano sempre più utilizzati per leggere e-book non ci sono dubbi. Basta prendere la metropolitana o fare un viaggio in treno per rendersi conto di come i display abbiano ormai in gran parte sostituito i classici supporti cartacei. Perché, anche se è vero che in Italia si leggono pochi libri, è altrettanto certo che poi i veri bibliofili non si limitano a leggere un libro ma ne discutono con amici e conoscenti, magari coltivando la segreta ambizione di scriverne uno a loro volta. Non per niente l’App Store è ben fornito di App dedicate alla lettura e questo nonostante il fatto che su ogni dispositivo iOS ci sia il lettore iBooks di Apple che permette non solo
di leggere gli e-book acquistati sullo store Apple, ma anche quelli in formato epub o PDF, purché non siano protetti da un sistema di protezione DRM. Naturalmente, chi non ama i display LCD può scegliere un e-book reader con schermo a inchiostro elettronico come il Kindle di Amazon o uno dei tanti modelli disponibili in commercio. Questo tipo di display offre una visualizzazione simile alla carta più riposante per gli occhi, purtroppo però spesso gli e-book reader sono legati a un particolare formato di protezione dei libri digitali.

Il Kindle per esempio usa un formato proprietario, e altri e-book reader usano il formato epub ma con sistemi di protezione diversi. Questo problema non esiste con i dispositivi iOS dato che installando la giusta applicazione, si può accedere alla maggior parte dei contenuti degli store dedicati ai libri digitali.

Quindi anche se i libri Kindle o quelli di IBS non sono compatibili con l’App iBooks, vi basterà scaricare l’applicazione per Kindle o quella di IBS compatibile con il sistema di protezione Adobe. Se per leggere un e-book il dispositivo migliore rimane quello a inchiostro elettronico, per tutto il resto non ce niente di meglio di un iPhone o di un iPad. Nell’App Store ci sono infatti App che permettono di commentare insieme i libri letti o anche di inserire all’interno di vere e proprie mappe interattive i luoghi di cui abbiamo letto nel nostro romanzo preferito. Se poi pensiamo di avere una vena letteraria, ma non siamo del tutto convinti delle nostre potenzialità, potremo anche iniziare a scrivere un capitolo alla volta e tenere conto delle reazioni dei lettori.

Leggere con le App

L’applicazione di riferimento per chi ama leggere su un dispositivo iOS è sicuramente iBooks, che mette a disposizione un iBookstore tra i più forniti che comprende anche i 30.000 e-book gratuiti di Progetto Gutenberg. La compatibilità è garantita oltre che con i libri acquistati nello Store anche con gli epub e i PDF non protetti che potremo sincronizzare via iTunes oppure spedire via mail. Come già evidenziato precedentemente, se avete un lettore Kindle e volete leggere gli e-book qui acquistati anche su iOS, non dovrete fare altro che installare l’App Kindle, che oltre a essere gratuita consente di mantenere sincronizzate le pagine che stiamo leggendo anche su più terminali. Il Kindle Store, raggiungibile dalle pagine di Amazon, propone oltre 3 milioni di titoli, e ad oggi rimane il più completo al mondo. Se poi abbiamo sul computer un e-book in formato mobi oppure PDF lo potremo trasferire su Kindle o sulla sua App via mail con il sistema Whispernet. Tranne il Kindle, la maggior parte degli e-book a inchiostro elettronico utilizzano il formato epub che, nel caso il libro venga acquistato in una libreria online, è nella maggior parte dei casi protetto da un DRM Adobe. Se vogliamo leggerli anche sul nostro dispositivo Apple dovremo perciò installare un’applicazione compatibile con questo sistema di protezione e tra tutte la più diffusa e allo stesso tempo affidabile è Bluefire Reader (gratuita).

Gli e-book già in nostro possesso potranno essere importati su iOS attraverso la cloud di Dropbox o via mail, oppure acquistati direttamente dal catalogo accessibile dall’applicazione che offre anche

la possibilità di scaricare alcune migliaia di titoli in lingua originale gratuitamente. Cosi come iBooks e Kindle, anche Bluefire Reader permette di modificare le dimensioni del testo e di inserire la modalità notturna più rilassante se si desidera leggere la sera a letto. Un’altra applicazione compatibile con i DRM di Adobe è Google Play Books (gratuita) che nasce per i dispositivi Android ma la cui applicazione per iOS è veramente ben fatta e permette di condividere gratuitamente sulla cloud di Google fino a 1000 libri in formato epub che potranno essere caricati da PC o Mac. Negli USA riscuotono da sempre un enorme successo gli audiolibri che hanno il vantaggio di poter essere ascoltati praticamente ovunque e vengono in molti casi letti dagli stessi autori.

Se siamo curiosi e vogliamo approfittarne per fare un esercizio di lingua inglese l’applicazione di riferimento è sicuramente Audible (gratuita) che al momento mette a disposizione ben 150.000 titoli. Esiste un sistema di abbonamento che prevede un libro al mese compreso nel canone di 14,95 $ (circa 12,00 euro). È però possibile fare un abbonamento di prova di 30 giorni scegliendo l’audio-libro preferito tra tutti quelli disponibili, compresi i titoli più nuovi.

Oltre l’e-Book

Le comunità di lettori che si confrontano online sono sempre più diffuse e spesso usano applicazioni che permettono a ciascuno di contribuire alle discussioni. Anobii (gratuita) è un vero social network dedicato ai libri in cui ogni iscritto può condividere i titoli della sua biblioteca attraverso i codici ISBN che identificano ciascun volume, inserendo recensioni, commenti, votazioni, dati sull’acquisto e sulla lettura. In questo momento ci sono oltre 50 milioni di libri catalogati in 13 diverse lingue tra cui anche l’italiano.

Il cuore di Anobii (il nome deriva dal tarlo della carta, Anobium Punctatum) è sul Web, ma dall’iPhone o dall’iPad potremo inserire velocemente libri semplicemente catturando con la fotocamera il codice a barre e leggere recensioni e pareri se per esempio ci troviamo in libreria e siamo indecisi sull’acquisto. Se Anobii è una community di lettori, Wattpad (gratuita) è una community di scrittori non professionisti che vogliono mettersi in gioco pubblicando le loro opere, magari anche solo un capitolo alla volta, e aspettando i pareri degli altri utenti per decidere se andare avanti o fare qualche modifica. Pensate che in questo momento ci sono oltre 75 milioni tra libri e storie, tutti disponibili gratuitamente e che vengono aggiornati direttamente dagli autori. La sezione italiana comprende alcune migliaia di titoli e al momento offre soprattutto titoli di letteratura rosa, fantasy e noir. Di e-book gratuiti è letteralmente pieno il Web e non ci riferiamo solo a quelli di aspiranti scrittori o a quelli il cui copyright è scaduto. Per esempio, Ebook Search (gratuita) è una speciale applicazione che si appoggia a diversi cataloghi online come Internet Archive (2 milioni di e-book gratuiti), BaenBooks (migliaia di libri soprattutto di fantascienza
e fantasy), iBookstore e Feedbooks.

La forza di Ebook Search è che permette di trovare veramente di tutto, dai fumetti ai romanzi storici, in qualsiasi formato. Potremo così trasferire un e-book sul Kindle o su un dispositivo iOS senza problemi di protezione. Tra le tante startup che sono sorte nell’ultimo anno Cityteller (gratuita) è una delle più originali e interessanti. Si tratta | di un’applicazione geolocalizzata dedicata ì ai luoghi protagonisti dei libri. In pratica potremo mappare i posti in cui è ambientato il romanzo che stiamo leggendo inserendo oltre ai dati geografici anche un estratto del libro che si riferisce al luogo mappato e una foto ripresa con iPhone o iPad. Il risultato complessivo è sorprendente, soprattutto se ci troviamo a visitare una nuova città. In questo modo potremmo percorrerla e scoprirla anche attraverso le parole degli scrittori. In questo modo e possibile apprezzarne una visione diversa, spesso più affascinante e completa.