iPhone 6S
iPhone 6S

Ancora rumours sulle prossime generazioni dei dispositivi Apple, iPhone 6S ed iPhone 6S Plus. Se i precedenti melafonini montavano una fotocamera principale con sensore da 8 megapixel, quella ospitata nella scocca posteriore del futuro iPhone 6S potrebbe invece essere dotata di un sensore da 12 megapixel. Sono queste le previsioni avanzate da Ming-Chi Kuo, analista per KGI Securities, e Kevin Wang, Technology Research Director della divisione cinese di IHS.

Tuttavia, le dimensioni dei pixel della fotocamera di iPhone 6S potrebbero essere inferiori agli 1,5 micron. Per quanto riguarda le dimensioni, queste saranno più ampie e i pixel saranno in grado di catturare più luce, migliorando di fatto la qualità delle immagini, soprattutto se scattate in condizioni di scarsa luminosità.

Dopo le tante critiche per essere rimasta agli 8 megapixel, quindi, finalmente questa si presenta come una grande novità per Apple. Una scelta sicuramente fuori dalle righe per la mela che, come sappiamo, finora non aveva dimostrato di voler essere competitiva in fatto di megapixel. Ad ogni modo, le indiscrezioni sembrano confermare le caratteristiche del nuovo sensore, che avrà una risoluzione maggiore e permetterà la registrazione video di 2160 pixel.

Una tale scelta può portare con sé sia vantaggi che svantaggi. Sicuramente, un vantaggio consiste nella possibilità di ottenere scatti con una risoluzione ed una qualità maggiori. Al contrario, potrebbe accadere che sia probabile la perdita di sensibilità in condizioni di scatto di scarsa illuminazione.

Infine, sempre i rumours del web avanzano l’ipotesi che Apple stia progettando anche qualche nuova tecnologia di scatto. Ciò sarebbe dovuto alla recente acquisizione di società specializzate nel settore fotografico, come ad esempio l’israeliana LinX. In tal caso, la riduzione dei pixel potrebbe essere compensata da sensori più potenti.

Nonostante ciò, finché non si esporrà la stessa azienda di Cupertino, è difficile avere indiscrezioni plausibili. Gli applemaniaci, quindi, dovranno necessariamente accontentarsi delle previsioni circolanti sul web e attendere il mese di settembre, quando le strategie di Apple saranno più concrete.