Apple Watch
Apple Watch

L’Apple Watch e i problemi tecnici riscontrati nella misurazione non sempre precisa del battito cardiaco. Ne ricordiamo le diverse segnalazioni riportate da alcuni utenti, all’indomani della sua commercializzazione, i quali indicavano come le registrazioni dei battiti venissero effettuate ogni dieci minuti.

 Apple, quindi, tramite il proprio sito web, ha affermato che “il dispositivo tenta di misurare la frequenza cardiaca ogni dieci minuti, ma non effettuerà alcuna registrazione se siete in movimento o se lo è il braccio”. Ed è stata costretta a confermare che determinati movimenti impedirebbero la lettura della frequenza cardiaca. Tuttavia, al momento non sono chiare le ragioni per cui l’azienda di Cupertino abbia deciso di introdurre questa funzione dopo il rilascio di iOS 1.0.1. Il presunto bug relativo alla rilevazione del battito cardiaco è stato segnalato, infatti, in seguito all’aggiornamento del software. Un difetto che farebbe rilevare in modo discontinuo la frequenza cardiaca, appunto.
In realtà, come precisa la stessa casa produttrice, questa funzione sarebbe voluta e, soprattutto, sarebbe stata generata dalla necessità di non consumare continuamente la batteria. Per questo, lo smartwatch con la mela dovrebbe misurare i battiti soltanto a braccio fermo e non continuamente.

Continuano, quindi, i rumors riguardanti l’Apple Watch, lanciato sul mercato dal 24 Aprile, ma la cui data d’uscita nel nostro paese rimane ancora avvolta nel mistero. Molti degli interrogativi che ruotano attorno allo smartwatch di Cupertino potrebbero dissolversi in occasione del prossimo appuntamento con gli sviluppatori Apple previsto per il prossimo 8 Giugno.