iphone 6s

A due giorni dall’arrivo dei nuovi iPhone in 12 paesi del mondo – l’Italia è esclusa da questo primo giro – è iniziato il rito delle code fuori dagli Apple Store con il record di un signore in Australia: si è messo in fila addirittura dai primi di settembre.

Intanto, secondo il sito statunitense MacRumors, le consegne dei preordini online potrebbe avvenire in ritardo in Usa per la visita del Papa. E, a due giorni dalla prova del mercato, i nuovi melafonini passano il test degli esperti d’Oltreoceano: le prime recensioni sono tutte positive. Lindsay Handmer è il primo fan della Mela da record: è accampato davanti all’Apple Store di Sydney dal 9 settembre, giorno in cui il colosso di Cupertino ha presentato i nuovi iPhone 6S e 6S Plus.

Vuole essere il primo a mettere le mani sul melafonino e giura di farlo per una buona causa: venderà il dispositivo all’asta e darà il ricavato all’associazione “Mission Australia” che si occupa dei senzatetto. Handmer sta documentando l’attesa su Twitter (nel frattempo si sono aggiunte altre persone alla coda) mentre sui social c’è qualcuno che lo accusa di volersi solo fare pubblicità. Le code per comprare gli iPhone sono oramai un rito da anni, tanto che un popolare sito di tecnologia statunitense che si chiama MacRumors, ha messo in piedi una pagina web che mette in contatto i vari fan della Mela sparsi sul territorio statunitense che fanno la fila nella stessa zona.

I nuovi iPhone arriveranno venerdì 25 settembre in 12 paesi (Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, Giappone, Hong Kong, Nuova Zelanda, Puerto Rico, Regno Unito, Singapore e Stati Uniti) e chi non ha nessuna voglia di mettersi in fila ha potuto preordinare il dispositivo online dal 12 settembre. Sempre secondo il sito MacRumors, alcune spedizioni potrebbero essere in ritardo negli Stati Uniti a causa della visita del Papa e alle annesse misure di sicurezza e restrizioni del traffico in alcune zone come New York, Washington e Philadelphia.

In attesa dell’esame del mercato, i nuovi iPhone hanno superato i test degli esperti d’Oltreoceano. In particolare, due noti giornalisti hi-tech, Walt Mossberg di The Verge e David Pogue di Yahoo! lo promuovono a pieni voti. Il primo lo definisce «la versione migliore di sempre del miglior smartphone sul mercato», il secondo si sofferma in particolare sulla novità del 3D Touch, un sistema che consente di attivare funzioni diverse a seconda delle pressioni applicate al display.