Tempo di lettura: 4 minuti

iphone-6s5-e1445013754150

Nuovi colori, 3D Touch e più potenza: quanto sono validi i nuovi iPhone? Ecco la recensione completa di iPhone 6S.

I nuovi iPhone sono gli smartphone più evoluti al mondo!” Con queste parole altisonanti, Tim Cook, capo di Apple, ha suscitato naturalmente altissime aspettative. TI test svela, quanto siano veramente innovativi l’iPhone 6S con display da 4,7 pollici e il 6S Plus (5,5 pollici).

Prove rigorose in laboratorio

I test per ricavare una prima impressione, eseguiti da giornalisti selezionati in occasione della presentazione dei dispositivi, non hanno consentito di scoprire a fondo le qualità dei nuovi smartphone di Apple, visto che sono stati giudicati anche da inviati molto critici non proprio morbidi. È comunque certo che Apple con i suoi nuovi iPhone non ha introdotto alcun trend particolare, ma si è limitata ad adeguarsi allo sviluppo evolutivo già in essere (vedi in basso). Tutto questo è evidenziato anche dal risultato del test, infatti i modelli top di Samsung S6 e S6 Edge si rivelano leggermente migliori in quasi tutti i comparti fondamentali.

Nell’estetica esterna, gli iPhone di nuova generazione si differenziano scarsamente dai loro predecessori, tranne che per la nuova colorazione oro rosa. Lo spessore maggiorato della nuova classe S non dà nelTocchio, infatti si tratta di soli 0,2 millimetri.

3D Touch: display sotto la lente il maggior spessore del case è dovuto al nuovo touchscreen, che vanta uno strato di vetro aggiuntivo, estremamente sensibile all’intensità della pressione delle dita e che consente di sfruttare la tecnologia 30 Touch. Grazie a questa importantissima innovazione con gli iPhone S l’utente potrà eseguire sul display non solo dei tap, ma potrà esercitarvi anche una pressione con una diversa intensità. Basterà che prema su un messaggio nell’elenco delle mail e il dispositivo ne mostrerà un’anteprima. Se deciderà di non conservare la mail, sarà sufficiente uno sfioramento verso sinistra per eliminarla. Chi vorrà invece aprire il messaggio, basterà che prema a fondo sul display e potrà rispondere immediatamente.

All’inizio si rivela una funzionalità eccezionale, ma poiché il display non si flette, l’utente non è in grado di percepire se sul display è già possibile “usare un tocco più energico”. Solo con un certo esercizio, sarà possibile applicare la corretta pressione sul display. Peccato che Apple non consenta la funzione 3D Touch a varie App per lo smartphone (vedi pagina seguente). Questo display speciale per il 3D Touch, è disponibile solo per i dispositivi di classe S e non potrà essere utilizzato con gli iPhone di vecchia generazione, neppure tramite un update del software.

Foto e video amati

La fotocamera ora permette di scattare di default le cosiddette “Live Photos”. Premendo il pulsante di scatto della fotocamera, l’Phone S memorizza un video della durata di tre secondi, costituito da una ripresa di 1,5 secondi, prima e dopo lo scatto. Una Live Photos si presenta come una foto tradizionale. Premendo a fondo sul touchscreen, l’iPhone S anziché visualizzare la foto, mostrerà un breve video scattoso del soggetto, con una frequenza di dodici fotogrammi al secondo e con una risoluzione di 1440 x 1080 pixel.

Fotocamere con più megapixel

La fotocamera posteriore dei dispositivi di classe S offre 12 anziché 8 megapixel. Oltre alle istantanee, è in grado di scattare anche foto in modalità panorama, con una risoluzione massima di 64 megapixel. Consente inoltre di girare video 4K (3840 x 2160 pixel), che potranno essere riprodotti sulla Apple TV attraverso la streaming-box. Purtroppo
solo il 6S Plus offre uno stabilizzatore ottico d’immagine, che, con luce scarsa, consente foto di qualità migliore.

La fotocamera frontale offre finalmente una risoluzione da 5 megapixel, conforme agli standard attuali. Nel corso del test è stata notata una precisione più elevata dei dettagli delle foto, ma anche una maggiore alterazione cromatica, rispetto ai modelli precedenti. Sulle sfumature della pelle è stato rilevato un forte rumore digitale, che rende più scadente la qualità delle foto dei visi.

Che dire delle caratteristiche fondamentali? I nuovi iPhone. nonostante batterie più piccole, offrono finalmente un’autonomia più lunga? Sorpresa! La batteria del 6S dura adesso quasi un’ora in più, purché il dispositivo non venga utilizzato per telefonare. In caso di utilizzo intensivo, la batteria è in grado di alimentare I’ 6S per circa una giornata, cioè per quasi undici ore. L’6S si rivela quindi più Informante del Galaxy S6 Edge.

Li batteria più piccola dell’iPhone 6S Plus offre invece un’autonomia più breve: 13.5 ore per un utilizzo intensivo. rispetto alle 14,5 ore del 6 Plus.

Il #bendgate è orma acqua passata?

Sì i nuovi iPhone hanno superato anche energiche prove di piegatura. Il case è ora costituito da una lega d’alluminio (alluminio 7000), che contiene anche zinco. I nuovi iPhone hanno resistito anche ad un bagno in acqua: ottimo! Ben fatto Apple! I display vantano ora un vetro Ion-X, identico a quello dell’Apple Watch Sport, che dovrebbe proteggere meglio il dispositivo contro gli urti. Nel test per i graffi, il vetro si è dimostrato resistente al pari di quello delll’iPhone 6.

CONCLUSIONI

I nuovi iPhone presentano una struttura solida e sono nettamente più robusti dei modelli precedenti, ma non possono essere ritenuti i migliori smartphone al mondo.