Tempo di lettura: 3 minuti

 

iphonese-select-2016Tutte le novità tecniche in dettaglio e le funzioni software che rendono unico il nuovo telefono della Mela.

Annunciato già da tempo dalle varie indiscrezioni apparse sul Web, l’iPhone SE è stato presentato ufficialmente il 21 marzo scorso durante l’evento che si è tenuto nella sede di Apple a Cupertino. Dopo il mezzo fallimento dell’iPhone 5c, la casa della Mela ci riprova con un nuovo smartphone di taglia piccola: rivincita o nuova sconfitta? Di sicuro si tratta di una scelta coraggiosa visto che quasi tutti gli altri competitor puntano su device dallo schermo decisamente più grande. Ma andare controtendenza potrebbe anche essere la carta vincente perché effettivamente sul mercato non c’è un device con le stesse caratteristiche dell’iPhone SE.

Primo contatto

Lo schermo dello smartphone di Apple torna alle dimensioni dei vecchi iPhone reinventandosi in una Special Edition dell’iPhone 5s. L’iPhone SE è identico al predecessore, almeno esternamente, ma la vera notizia è che Apple è riuscita a mantenere le stesse prestazioni del 6s in un telefono più piccolo. Un’impresa non da poco. Questa nuova versione rende omaggio ad uno dei design più riusciti della Mela, ora perfezionato nei minimi dettagli. Il guscio in alluminio sabbiato con finitura satinata e le nuove finiture opache ai bordi rendono il nuovo iPhone ancora più elegante. Inoltre alle tre colorazioni esistenti, si aggiunge ora una variante in oro rosa, molto raffinata e che sarà molto apprezzata soprattutto dal pubblico femminile.

Potente e compatto

Compatto, veloce e potente. La tecnologia in dotazione all’iPho-ne SE è quella più avanzata. Sotto la scocca c’è un processore Apple A9 di ultima generazione e co-processore M9 per la rilevazione dei movimenti, come sull’iPhone 6s. Rispetto al 5s è due volte più veloce e offre una grafica tre volte più performante. Su uno schermo così piccolo magari non è possibile apprezzarne a pieno tutti i vantaggi, ma non va dimenticato che l’iPhone può essere collegato al televisore mediante la Apple

TV e fare il mirroring. L’iPhone SE nasce con iOS 9.3, la più recente versione del sistema operativo Apple, ed è dotato di fotocamera iSight da 12 megapixel per scatti nitidi e dettagliati. Inoltre può girare video in 4K che possono poi essere montati direttamente sul telefono. Insieme a processore e RAM, la fotocamera posteriore è il miglioramento più netto rispetto all’iPhone 5s, uno smartphone che ai suoi tempi rappresentava a sua volta un punto di riferimento per la fotografia mobile. Il sensore è dotato di Deep Trench Isolation, che isola i pixel evitando che si contaminino fra loro e creino aberrazioni cromatiche nell’immagine, e di Focus Pixel, che invece migliora qualità e velocità della messa a fuoco. Altro aspetto molto interessante dell’iPhone SE riguarda la durata della batteria. Apple dichiara 14 ore di conversazione, 13 ore di navigazione e riproduzione video, 50 ore di riproduzione audio e 10 giorni di standby. Si riesce quindi ad affrontare una giornata intera senza alcun problema e senza dover ricorrere a un power bank opzionale. E naturalmente non manca il Touch ID per il riconoscimento delle impronte digitali.

Non tutto è perfetto

Uniche pecche sono l’assenza del 3D Touch, il sistema che rileva la pressione esercitata dalle dita sul display abilitando l’uso delle scorciatoie e una fotocamera frontale più potente. Fatta eccezione per queste caratteristiche mancanti, tutti coloro che trovano nel 4″ il formato ideale, non possono rimanere indifferenti a questa Special Edition. In un mercato completamente dominato dall’oversize e dai formati “plus’, il 4 pollici rappresenta davvero l’eccezione, una soluzione per i nostalgici del piccolo schermo, ma anche per chi vuole un iPhone leggermente più economico (anche se non in senso assoluto). Per portarsi a casa questo piccolo gioiellino marchiato Apple occorrono ben 509 euro, che comunque sono sempre 270 euro in meno rispetto all’iPhone 6s.