ios
La navigazione in incognito: come attivarla

Se siete tra quanti vogliano navigare senza lasciare traccia delle proprie ricerche, Google ha trovato il modo di farlo. Un nuovo aggiornamento disponibile per iOS su App Store permette di attivare la modalità di navigazione in incognito, che in pratica opera allo stesso modo della versione Chrome per computer.

Per iniziare a utilizzare questa modalità, la prima cosa da fare è assicurarsi di avere installato almeno dalla versione 9.0. In caso contrario, è possibile aggiornare direttamente su App Store. Una volta eseguito questo passaggio, potrebbe essere necessario riavviare l’iPhone perché a volte, se non lo si fa, l’applicazione non viene visualizzato immediatamente con l’aggiornamento.

Dopodichè, è possibile accedere alla modalità di navigazione in incognito in due modi: il primo è attraverso il 3D Touch e, premendo sull’icona dell’app, si hanno diverse opzioni che ora vengono aggiunte a questa possibilità. La seconda è che, se si è all’interno dell’applicazione, laddove ci si registra in alto a sinistra, si potrà avere accesso alle impostazioni e trovare la “modalità di navigazione in incognito Attiva”.

Se, dunque, si stanno guardando delle informazioni sul proprio telefono cellulare e non si vuole dare la possibilità a nessuno di accedere a quanto si sta vedendo, un po’ più in basso sul pannello delle impostazioni si trova l’opzione “Set in incognito”. Ciò consente di attivare le impronte digitali per accedere alle pagine che si sono lasciate aperte la sessione precedente.

Questa versione dell’app da parte di Google e riservata agli utenti iOS include anche altri miglioramenti, come la possibilità di visualizzare i video di YouTube direttamente nei risultati di ricerca, ma si perde l’opportunità di aggiungere appuntamenti al calendario. Per questo, infatti, è necessario inserire Google Calendar.

Nelle ultime settimane Google ha rilasciato nuove applicazioni e tutte dedicate al pianeta iOS, quali ad esempio Google Tavel ideale per l’organizzazione di viaggi e raccomandazioni o Google Allo, il nuovo sistema di messaggistica che vuole competere con WhatsApp.