Prima di trarre conclusioni, occorrerebbe avere ulteriori informazioni sulle cause della comparsa di questo fumo. Infatti, le ragioni possono essere molteplici e vanno dal surriscaldamento del sistema elettrico della casa di Jinan Liu ad un guasto del dispositivo stesso ricevuto direttamente dal caricabatterie cui era collegato. 

In ogni caso, Apple ha deciso di condurre la sua indagine dal momento che alcuni incidenti dello stesso tipo hanno interessato iPhone e di diverse generazioni, nonchè anche l’ultima e più recente generazione. Ricordiamo, per esempio, il caso di un iPhone 6 che ha preso fuoco a bordo di un aereo o, più recentemente, un’altra “esplosione” collegata ad iPhone 7.

L’azienda di Cupertino è attesa a breve con un commento riguardante questi casi spiacevoli. E come avrà intenzione di reagire per prevenire la diffusione delle paure degli utenti tra le fila dei suoi clienti. Tuttavia, sono ancora solo pochi casi isolati ed Apple è ancora lontana dalla situazione vissuta da Samsung. Di cui i risvolti sappiamo molto bene.