iphone
Come proteggersi dai ladri di iPhone

Quando si scopre che il nostro iPhone è stato rubato, rabbia, preoccupazione e sorpresa ci sorprendono. La prima cosa da fare, però, è non soffermarsi su questi stati d’animo, ma è necessario agire. Se si procede nel compiere alcuni piccoli accorgimenti, si può fare la differenza nella protezione dei dati o nel riavere il telefono.

Non c’è alcuna garanzia che questi suggerimenti possano proteggere il vostro iPhone o contribuiscano a recuperarlo. Ma sicuramente aumentano le vostre probabilità. In bocca al lupo.

1. Bloccare iPhone e possibilmente eliminare i dati

La prima cosa che si deve fare è proteggere le informazioni personali. Se si dispone di un codice di accesso, siamo abbastanza sicuri. Ma se non lo abbiamo, si rivela necessario utilizzare “Trova il mio iPhone” per bloccare il telefono e aggiungere un codice di accesso. Questo almeno evita che il ladro lo utilizzi.

Se non è possibile recuperarlo, è bene preservare i dati sensibili registrati su di esso. Si consiglia, quindi, di eliminare i dati del telefono. È possibile farlo attraverso il web utilizzando iCloud. L’eliminazione dei dati non impedirà al ladro di utilizzare il vostro iPhone, ma almeno non avrà accesso ai vostri dati personali. Se il dispositivo vi è stato rilasciato dall’azienda per cui lavorate, il reparto IT può essere in grado di cancellare da remoto i dati.

2. Rimuovere carte di debito e di credito su Apple Pay

Se si utilizza il servizio di pagamento wireless di Apple, è necessario rimuovere tutte le carte di credito o di debito che si sono aggiunte al telefono per l’utilizzo di Apple Pay (sono facili da riaggiungere in un secondo momento). Apple Pay è molto sicuro e i ladri non dovrebbero essere in grado di utilizzarlo senza la propria impronta digitale. Ma è comunque molto meglio raggiungere la pace della mente sapendo che in nessuno modo le carte di credito potranno essere accessibili. È possibile utilizzare iCloud per rimuovere le carte.

3. Traccia il telefono con Trova il mio iPhone

Trova il mio iPhone è in grado di monitorare il telefono utilizzando il GPS integrato al dispositivo e, su una mappa, viene mostrato approssimativamente dove potrebbe trovarsi il telefono. L’unico problema è che si rende necessario avere l’app in uso, perchè non è possibile attivarla da remoto.

Se non ci piace questa soluzione, ci sono molte applicazioni di terze parti disponibili su App Store che possono aiutare ad individuare il telefono. Alcune di queste applicazioni permettono anche di modificare da remoto le impostazioni di sicurezza.

 

4. Non cercare di recuperarlo da soli, ma chiedere aiuto alla polizia

Se siete stati in grado di individuare il vostro iPhone attraverso un monitoraggio delle applicazioni GPS come Trova il mio iPhone, non cercate di recuperarlo da soli. Andare direttamente dalla persona che ha rubato il device è una ricetta precisa per avere guai. Invece, è bene contattare il dipartimento di polizia locale e far loro sapere di avere a disposizione informazioni sulla posizione del dispositivo rubato.

5. Presentare una denuncia alla polizia

Se non è possibile recuperare subito il dispositivo, è bene fare una segnalazione alla polizia nella città/nel quartiere dove è stato rubato. Questo può come non può portare al recupero del telefono, ma avere la documentazione dovrebbe aiutare quando si tratta di uno smartphone e le compagnie di assicurazione. Anche se la polizia sostiene di non poterci aiutare in un primo momento, avere dei dati relativi alla posizione di iPhone può certamente aiutare la polizia a recuperarlo.