Apple Campus 2
Il nuovo Campus 2

Finalmente l’Apple Campus 2, il nuovo quartier generale di Apple, è quasi terminato. Il mastodontico progetto di costruzione che ha coinvolto la società di Cupertino è stato curato nei minimi dettagli, proprio come se fosse un iDevice da immettere sul mercato. Entrando all’interno dell’Apple Campus 2 si ha la sensazione che dietro al progetto ci sia lo zampino di Jony Ive, e in effetti è proprio così. Il designer che ha dato la forma ai dispositivi della mela morsicata degli ultimi anni ha collaborato molto con le squadre di lavoro che hanno lavorato all’enorme progetto.

All’interno del Campus è praticamente impossibile vedere imperfezioni di qualsiasi tipo. Gli infissi, gli arredi a specchio, persino il bagno . . . tutto ricorda i dispositivi Apple dell’ultimo decennio. Alcuni elementi, ad esempio, si rifanno al tasto Home dell’iPhone. La cura maniacale ai dettagli è stata una costante durante tutto il periodo in cui è stato portato avanti il progetto. Basti pensare, ad esempio, che per disegnare le maniglie delle porte è stato necessario impiegare  ben18 mesi! L’azienda di Cupertino, infatti, ha voluto prestare la massima attenzione al rispetto di elevatissimi standard qualitativi.

Un aspetto a cui Apple ha prestato particolare attenzione nel realizzare l’Apple Campus 2 riguarda l’ambiente di lavoro che ospiterà le migliaia di dipendenti e ingegneri che lavorano per l’azienda diretta da Tim Cook. Apple ha cercato di eliminare gradini e dislivelli fra stanze e corridoi per fare in modo che “gli ingegneri non debbano preoccuparsi di regolare la loro andatura quando entrano in una stanza” e possano così concentrarsi maggiormente sul proprio lavoro. Tutto è stato pensato per rendere più produttive le giornate di lavoro che i dipendenti di Apple passeranno nel Campus che verrà inaugurato la prossima primavera.