iPhone 7 Plus bruciato
L’iPhone 7 Plus danneggiato

Da alcuni giorni, su Twitter, è possibile visionare un video in cui un iPhone 7 Plus emana del fumo. Più precisamente il video, condiviso da Brianna Olivas, mostra il dispositivo che brucia fino al punto in cui la cover inizia a fondersi, mentre sempre più fumo ha inizia a uscire dai lati dell’oggetto.

In una dichiarazione per Mashable, un portavoce Apple ha dichiarato di essere in contatto con la ragazza per risolvere la questione: “Siamo in contatto con la cliente e stiamo esaminando la faccenda“.

Olivas ha spiegato che il giorno prima dell’accaduto notava già alcuni problemi di accensione, cosa che l’ha spinta a portarlo presso l’Apple Store della zona, e dove i tecnici le hanno spiegato che funzionava tutto nella norma, non prima di aver effettuato una serie di test. In effetti, il dispositivo ha poi iniziato a funzionare normalmente.

La mattina dopo, però, Olivas ha comunicato a Mashable che stava dormendo con il suo telefono sotto carica, quando il suo ragazzo ha notato qualcosa che non andava e lo ha preso: pochi secondi più tardi, l’iPhone ha iniziato ad emettere del fumo.

Il mattino seguente stavo dormendo con il mio telefono in ricarica accanto alla testa, il mio ragazzo ha afferrato il telefono e lo ha messo sul comò. È andato in bagno e con la coda dell’occhio ha visto il telefono fumare, e ha avvertito un rumore stridulo.

Nel tempo impiegato per raggiungere il telefono, questo aveva già preso fuoco; lo ha afferrato subito e lo ha gettato in bagno. Non appena lanciato in bagno è esploso ed ha iniziato ad emettere ancora più fumo.

Olivas ha quindi mandato il telefono presso Apple, dove lo stanno testando, e aspetta di saperne di più entro circa una settimana.

Va detto che non è il primo caso di iPhone che prende fuoco, ma solitamente si tratta di situazioni in cui il dispositivo si surriscalda poiché sotto il cuscino o in una tasca. Questa volta la questione potrebbe aver preso facilmente piede per l’aggiunta del video pubblicato dall’utente. Comunque, alcuni hanno attribuito la colpa al particolare tipo di “case liquido” che Olivas utilizzava.

In definitiva, non ci sono prove a sostegno del fatto che quanto avvenuto all’iPhone 7 Plus di Olivas sia un problema diffuso. Gli avvenimenti che hanno riguardato il Note 7 hanno aumentato l’attenzione verso questo tipo di problematiche, ma questo non è nulla in confronto.