apple
Apple contro riparazioni esterne

Apple ha inviato d’urgenza una serie di esperti di business ad un incontro nello stato del Nebraska con il fine di lottare contro l’intenzione di un’associazione di consumatori di rendere i propri prodotti più facili da riparare. Al centro delle critiche sono i popolari MacBook e iPhone.

Il gigante di Cupertino si è posto categoricamente contro questo tentativo di elaborare norme che rendano più facili per i consumatori le riparazioni delle attrezzature del proprio marchio o prese in carico da riparatori di marca esterne. In questa proposta, sono indicati gli standard per i produttori nel rivelare i manuali di riparazione, le apparecchiature di diagnostica e le parti che desiderano farlo senza abbandonare i servizi offerti dal brand.

Questo tentativo di apertura alla riparazione è stato anche criticato da Samsung e il produttore di macchine agricole John Deere che, oltre ad Apple, ha rivelato come tale principio possa rivelare i segreti industriali e compromettere i sistemi di sicurezza. La lista va oltre, comprendendo anche altre aziende come CompTIA, Consumer Technology Association e Information Technology Industry, i quali hanno espresso il loro disaccordo. Queste associazioni hanno ricevuto un forte sostegno anche da altri grandi marchi come Microsoft, Google, Nintendo e Sony.