iPhone Product Red e iPad
iPhone Product Red e iPad da 9.7 pollici. La colorazione dello smartphone è simbolo della lotta all’AIDS, tubercolosi e malaria, ed è stato utilizzato da molti brand

La scorsa settimana, Apple ha presentato alcuni nuovi prodotti sul suo Apple Store, tra cui una versione più “a buon mercato” dell’ iPad, e una versione in rosso di iPhone. Gli ordini sono stati aperti da subito, ma ci sono alcune considerazioni da fare sulle new entry della lineup Apple.

Il punto di forza principale del nuovo iPad da 9.7 pollici appena messo in commercio è il prezzo: 329 dollari, 70 in meno del precedente modello; display Retina e tre colorazioni tra cui poter scegliere (oro, argento e grigio siderale). Può essere a tutti gli effetti considerato il successore di iPad Air 2, comodo nel trasporto e ideale per la visione di  video e per la navigazione su internet. Più sottile di circa il 20 per cento del successore.

Il perchè del suo conveniente prezzo, però, è presto spiegato: questo iPad monta il processore che potevamo trovare in iPhone 6 e 6 Plus, per cui risulta più lento degli ultimi modelli di iPhone. Inoltre, esso non supporta Apple Pencil, ne tantomeno la Smart Keyboard di casa Apple; accessori compatibili con la serie iPad Pro.

Insomma, un ottimo prodotto per chi ha esigenze elementari, ma attenzione se si è alla ricerca un prodotto in grado di rimpiazzare un laptop.

Ancora, l’iPad mini ha visto un aumento della sua memoria interna di archiviazione, con 128 GB disponibili a un prezzo di 399 dollari. Un dispositivo ideale per necessità di viaggio e frequente fruizione di contenuti video.

Quanto al nuovo iPhone, vengono richiesti 749 dollari per un restyling unicamente estetico, con il Red Product che è simbolo della lotta all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria. Scelta per altro già presa in merito all’iPod. Dunque, è questa una scelta da tenere in considerazione nei soli casi in cui il fattore del colore esterno sia rilevante per il potenziale acquirente, o qualora si senta un dovere profondo a contribuire alla causa che rappresenta. Se invece si ricercano aggiornamenti a livello tecnico, quei 749 dollari possono tranquillamente rimanere nel portafogli.