Apple
Il nuovo datacenter danese di Apple sarà completamente ecosostenibile

Apple, portatrice di innovazioni, ha sempre avuto un occhio di riguardo verso l’ambiente. Per essere all’avanguardia nella lotta al cambiamento climatico ha studiato e tenuto sotto controllo le emissioni e sta cercando in tutti i modi di ridurle ed eliminarle. Poichè l’impatto negativo è dovuto in gran parte ai processi produttivi, Apple sta investendo nella produzione di energie rinnovabili volte a diminuire le emissioni ed i consumi delle aziende che forniscono componenti ed assemblano i prodotti.

Apple ha ben chiaro il suo progetto di ecosostenibilità che prevede di produrre entro il 2020 più di 4 gigawatt di energia pulita ma con il nuovo data center danese ha deciso di fare le cose in grande.

Il centro verrà alimentato interamente da energia rinnovabile ed il calore di scarto verrà utilizzato per alimentare un sistema di teleriscaldamento in grado di riscaldare le case adiacenti al centro.

“Il data center sito nella regione dello Jutland sarà alimentato parzialmente riciclando prodotti di scarto provenienti dagli allevamenti. Apple con l’Università di Aarhus sta lavorando ad un sistema in grado di convertire i rifiuti agricoli in gas metano che verrà poi utilizzato per alimentare il data center. Inoltre il processo è in grado di trasformare parte dei rifiuti prodotti in fertilizzante, ricco di sostanze nutritive, che Apple donerà agli agricoltori locali per la concimazione dei loro campi.”

Il centro danese avente un costo di 950 milioni di dollari e in accoppiata a quello irlandese rappresentano il più grande investimento compiuto da Apple in Europa.

L’azienda nell’annuale relazione ambientale ha affermato di essere al lavoro per raggiungere un obiettivo molto ambizioso ovvero quello di realizzare tutti i prodotti con materiali 100% riciclati.