facebook
Facebook vuole tradurre il pensiero in testo

Per molti decenni, i ricercatori hanno cercato di sfruttare il potere della mente attraverso diversi esperimenti. Quello strano sogno dell’uomo di usare la mente per controllare le cose e altre simili azioni ancora fanno parte del prodotto stesso frutto della fantasia che abbiamo. Tuttavia, anche se cose del genere sembrano ancora fantascienza, Facebook sta lavorando su una tecnologia che cerchi di sfruttare la potenza del cervello per trasformare in testo le parole che abbiamo in mente.

Durante la conferenza F8 per gli sviluppatori, la società ha annunciato che sta lavorando sulla tecnologia del brain-to-text. Come suggerisce il nome, questo progetto mira a consentire agli utenti di trasformare letteralmente le parole che hanno in mente direttamente in testo sullo schermo.

Questo progetto sembra concepibile attraverso degli impianti cerebrali e tali da fare in modo che vengano scritte otto parole al minuto. Decisamente molto meno di quello che siamo in grado di scrivere utilizzando direttamente l mano, ma resta comunque sorprendente.

Secondo Regina Dugan, che dirige il programma di sviluppo per Facebook, la società prevede di sviluppare questa tecnologia fino a quando non sarà possibile scrivere 100 parole al minuto solo pensandole. Il che sarebbe molto più veloce rispetto alla velocità media della normale digitazione.

Lo scopo di questo progetto è principalmente quello di migliorare l’accessibilità per i disabili, ma potrebbe essere utilizzato anche da coloro che vogliono inviare messaggi ai loro contatti con il pensiero. Un altro obiettivo è quello di migliorare i dispositivi moderni, in ​​modo che non siano invasivi.