Apple e la guida autonoma. Un binomio su cui si specula ormai da mesi (se non da anni), ma che potrebbe presto concretizzarsi. Infatti, dopo aver ricevuto il via libera per i test in California, l’azienda di Cupertino ha operato una mossa che, di fatto, conferma quanto emerso fino ad oggi.

È stato creato un vero e proprio programma di formazione per la piattaforma a guida autonoma, denominato “Piattaforma di sviluppo formazione specifica”, che potete osservare nell’immagine sottostante emersa in rete. Questa volta non si tratta di speculazioni, Apple è davvero a lavoro sulla guida autonoma.

L’azienda di Cupertino ha ovviamente previsto delle regole rigide per poter avere accesso al test della propria piattaforma. Occorrerà superare ben sette prove, per poi poter operare due giri di prova e un massimo di tre test per sessione. Al di là comunque di questi dettagli, dai documenti emerge come Apple abbia individuato una priorità ben precisa.

L’attenzione sarà infatti concentrata sul riprendere il controllo del veicolo qualora si dovessero verificare degli imprevisti come ostacoli improvvisi o eventuali incidenti. Del resto, si tratta della principale criticità del concetto di guida autonoma, che l’azienda di Cupertino non poteva ignorare. Il futuro è molto più vicino di quanto non si possa pensare.