Google Maps iOS
Google Maps per iOS adesso aiuta a rintracciare la vettura parcheggiata.

Google ha recentemente aggiornato la sua applicazione Maps per iPhone, inserendo il supporto dei promemoria per il parcheggio, prevedendo le opzioni sia di tipo manuale che automatico.

Da adesso, per marcare manualmente un punto della mappa di loro interesse, gli utenti Apple di Google Maps devono toccare il punto blu sopra la loro posizione attuale, quindi su “Imposta come posto di parcheggio“. Una volta fatto, possono toccare uno dei segnalini di parcheggio fissati per visionare ulteriori dettagli – come foto o un indirizzo esatto – e avviare la navigazione per tornare a quel preciso punto.

Per le persone che collegano il proprio iPhone a un’automobile tramite Bluetooth o USB, Google Maps provvederà a posizionare automaticamente un segnalino una volta che il telefono viene disconnesso. Questo autosalvataggio può essere disattivato rapidamente tramite un menu di opzioni del segnalino.

Apple Maps ha avuto caratteristiche simili, per un certo periodo, rappresentando uno dei suoi pochi vantaggi definiti. Apple ha lanciato la propria applicazione di Maps con la versione del suo sistema operativo iOS 6, risalente al 2012, rimuovendo tutti i contenuti di Google in favore di altre fonti. La cosa ha generato una serie di problemi, come prevedibile, in particolare con i dati mancanti o compilati erroneamente: le autorità in Australia, ad esempio, si sono ritrovate a dover aiutare persone che si perdevano in aree pericolose, a causa di simili disguidi.

L’applicazione ha inoltre eliminato le indicazioni sui percorsi dei mezzi pubblici, che sono tornate solo con iOS 9, nel 2015.