Secondo alcuni rumors vi sarebbero dei problemi riguardo l’implementazione del Touch ID al di sotto del display

Il Touch ID di iPhone 8 sembra essere il maggior ostacolo della produzione del nuovo device della casa di Cupertino. Secondo una ricerca il telefono più atteso del 2017 sarà dotato di display OLED edge to edge, ricarica wireless, riconoscimento facciale o riconoscimento dell’iride e continuerà ad avere il Touch ID che con “un’alta probabilità” potrebbe essere spostato sulla parte posteriore dello smartphone.

Un’estratto della nota di ricerca distribuita questa settimana riporta che sia Samsung che Apple abbiano cercato di sviluppare ed implementare il sensore di riconoscimento delle impronte digitali, comunemente chiamato Touch ID, al di sotto del display OLED ma questa tecnologia risulta essere troppo acerba per finire sul mercato tanto da esser considerata il “collo di bottiglia” della produzione di iPhone 8.

Si ipotizzano quindi due soluzioni: la prima prevede la completa rimozione del sensore di impronte digitali con l’implementazione di un sensore di rilevamento 3D come suo sostituto mentre la seconda soluzione prevederebbe l’implementazione del Touch ID sulla parte posteriore del device. Data la facilità d’uso, e la necessità di un mezzo di riconoscimento per consentire i pagamenti tramite Apple Pay è facile pensare che la seconda soluzione sia quella più valida.

Render del CLSA che mostra la possibile implementazione del Touch ID

E’ possibile quindi che esso venga implementato sulla parte posteriore proprio come è avvenuto con Samsung Galaxy S8 ma a differenza di esso l’azienda di Cupertino non andrebbe a posizionarlo accanto alla fotocamera bensì in una posizione più facile da raggiungere.

Dal diagramma è possibile evincere che l’iPhone 8 avrà delle dimensioni di 144 millimetri in altezza e 71 millimetri in larghezza, rendendolo leggermente più grande di un iPhone 7 ma più piccolo di un iPhone 7 Plus.

Il posizionamento del Touch ID sulla parte posteriore di iPhone 8 sembra essere una soluzione di ripiego dato l’intento di Apple nel volerlo implementare sotto il display ma è anche possibile pensare ad un ritardo della produzione volto a risolvere i problemi ed a presentare il device come da progetto iniziale.