Apple
Walter Isaacson, biografo di Jobs, si è espresso sulle capacità innovative di Apple

Walter Isaacson, biografo di Steve Jobs, si è espresso negli ultimi giorni per esprimere la convinzione che Google e Amazon hanno superato Apple nel raggiungimento dello status di società tecnologiche più innovative del momento.

L’amministratore delegato dell’Aspen Institute e scrittore della biografia best-seller ha elargito commenti franchi in un’intervista svolta durante lo spettacolo “Squawk Alley“, della CNBC: ha individuato le carenze del colosso di Cupertino nell’ambito dell’assistente virtuale, nel quale, ad esempio, l’azienda è rimasta arrentrata rispetto ai competitors.

Apple non è più tra le aziende più innovative“, ha detto Isaacson. “Ma sono buone nell’esecuzione. L’innovazione nel campo dell’assistente virtuale, ad esempio, viene da Google e Amazon, non da Apple“.  Isaacson ha detto che è rimasto “sorpreso” dal fatto che l’azienda non abbia introdotto la sua assistente virtuale Siri in ambiente domestico, e ha sostenuto di aver usato spesso sia l’altoparlante Echo di Amazon che Google Home. “A volte lascio che si confrontino“, ha dichiarato.

La compagnia dovrebbe rilasciare presto un altoparlante intelligente con l’integrazione di Siri, probabilmente già nel mese prossimo in occasione del WWDC. Tuttavia, Isaacson ritiene che per la società potrebbe essere troppo tardi per recuperare terreno, e crede che l’azienda dovrebbe esaminare altre aree attraverso cui imboccare la strada dell’innovazione. “Si potrebbe essere anche una grande azienda – e Apple è una grande azienda – senza avere necessariamente un quacosa di grande in cantiere, ma questo non è nel DNA di Apple“, ha detto Isaacson.