Apple continua la propria strategia di investimenti. Dopo aver annunciato i risultati del Q2 2017, con 250 miliardi di dollari di liquidità, ecco arrivare una mossa importante. L’azienda di Cupertino ha infatti deciso di dirottare 200 milioni di dollari nell’azienda Corning, produttrice del celebre pannello per smartphone Gorilla Glass.

Corning è un grande esempio di fornitore che ha continuato ad innovare e sono uno di quelli di più lungo corso. Questa collaborazione è partita 10 anni fa con il primo iPhone, e oggi ciascun cliente che acquista un iPhone o iPad in qualsiasi parte del mondo tocca il vetro che è stato sviluppato in America. Siamo estremamente orgogliosi della nostra pluriennale collaborazione e vogliamo investire di più in Corning che ha un’eredità così ricca di pratiche innovative di produzione”, questo quanto affermato dal COO dell’azienda di Cupertino Jeff Williams.

Dunque, i 200 milioni di dollari in Corning rientrano nella strategia Apple di voler investire nel territorio americano. Una politica che va di pari passi con le aspre critiche giunte da Donald Trump all’azienda di Cupertino, rea di aver delocalizzato in questi anni la produzione.

Una strategia legata all’immagine dunque, che dovrebbe consentire ad Apple di potersi proporre come una vera e propria azienda americana. In ogni caso, da oggi, una parte degli introiti generati dai Gorilla Glass andranno a Cupertino.