Secondo quanto riportato in un un rapporto degli ultimi giorni, Apple è al lavoro su un progetto che sarà molto vantaggioso per gli utenti iPhone. Infatti i due colossi starebbero cercando un modo per riuscire ad impostare sugli smartphone con la mela morsicata Google Assistant come assistente di default.

Attualmente l’assistente vocale di Google è disponibile su IOS, ma come applicazione di terze parti. Questo significa che solo Siri (l’assistente vocale di Apple) potrà essere attivato tramite i comandi vocali o tramite il pulsante home. Per utilizzare Google Assistant invece bisogna sbloccare il telefono ed aprire l’applicazione premendo sull’icona.

Lo scopo di un assistente vocale è quello di permettere all’utente di utilizzare lo smartphone senza usare le mani. Dover trovare l’applicazione ed aprirla fa perdere significato e comodità a questa applicazione.

Questa novità però non dovrebbe essere disponibile su tutti gli iPhone. Infatti si vocifera che i primi smartphone dell’azienda statunitense che saranno dotati di questa nuova impostazione dovrebbero essere i nuovi iPhone 7s,7s Plus e 8.

Google Assistant vs Siri: chi vincerà?

Nel caso l’azienda di cupertino dovesse avere successo in questo progetto, per lei significherebbe un’apertura verso gli assistenti vocali di terze parti, a discapito di Siri, che poi avrebbe una concorrenza alla pari anche sul suo smartphone.

Negli ultimi anni Apple aveva puntato tantissimo su Siri, facendolo diventare uno degli assistenti vocali migliore di sempre, se non il migliore. Conosciuto da tutti grazie anche alla sua irriverenza, simpatia e la sua capacità di rispondere (anche ironicamente) ad ogni tipo di richiesta.

Credete che Apple farà lo stesso con Google Assistant? Cercherà di migliorare anche questo assistente vocale? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti.