Che Whatsapp sia la più diffusa e utilizzata applicazione di messaggistica è noto a molti, ma forse in pochi si saranno soffermati a riflettere sul fatto che il suo funzionamento è legato in modo indissolubile all’abbinamento a un numero telefonico.
Questa app nata come alternativa agli SMS (Short Message Service) e agli MMS (Multimedia Messaging Service), diventata ormai di fatto uno strumento autonomo per effettuare conversazioni telefoniche e videochiamate sfruttando la rete internet, è comunque legata a un’utenza telefonica. La corrispondenza tra numero di telefono e applicazione, tuttavia, non impone necessariamente la presenza fisica di una scheda SIM all’interno del dispositivo sul quale si desidera utilizzare la app, ma la condizione sufficiente è che venga realizzato un abbinamento, in fase di installazione, tra Whatsapp e un numero telefonico, purché attivo e in grado di ricevere messaggi SMS.
Tralasceremo qui la l’utilizzo tramite un browser internet dello strumento Whatsapp Web che, se di fatto costituisce una possibilità concreta di impiegare Whatsapp su un dispositivo privo di SIM card, in effetti andrebbe visto più come un’estensione di una utenza Whatsapp già esistente. Vediamo invece con quanta facilità si possa applicare un semplice metodo per installare e impiegare con profitto Whatsapp anche su un device privo di SIM.

Perchè usare Whatsapp senza SIM

Sono diverse le ragioni in base alle quali potrebbe diventare interessante ricorrere all’utilizzo di Whatsapp installando la app in un’apparecchiatura non dotata di SIM o senza necessariamente sfruttare la SIM di cui è provvista. Vediamo le principali:

Utilizzare un tablet privo di un alloggiamento per la scheda SIM perché non progettato per svolgere anche funzioni telefoniche. La maggior parte dei tablet in commercio non supporta nativamente le funzionalità telefoniche e quindi non offre la possibilità di ospitare una SIM al loro interno.

Circoscrivere per motivi di praticità o riservatezza la propria visibilità ad alcuni ambiti definiti, per esempio la sola sfera personale o quella di lavoro.

Interagire con altri utenti Whatsapp desiderando mantenere l’anonimato. Si tenga comunque presente che il numero utilizzato per inviare messaggi o effettuare chiamate comparirà sempre sugli schermi dei nostri interlocutori.

Realizzare una sorta di Dual SIM in un telefono a SIM unica, dove Whatsapp viene abbinato a un numero diverso da quello della SIM installata.

Avvio dell’applicazione senza SIM

Passiamo ora alla procedura da seguire per consentire l’utilizzo di Whatsapp con lo smartphone o il tablet che abbiamo a disposizione, senza utilizzare una SIM interna o utilizzando un numero diverso da quello della SIM installata. Una volta effettuato sul terminale desiderato il download dell’applicazione da Google Play oppure da iTunes App Store, potremo passare alla fase di primo avvio di Whatsapp. Sarà proprio durante questa procedura, legata esclusivamente al primo utilizzo, che l’applicazione chiederà di immettere il numero telefonico da associare al profilo Whatsapp.

Basterà quindi impostare il numero telefonico desiderato, e l’applicazione diverrà operativa sul nuovo device, privo di una scheda SIM o contenente una scheda SIM con un numero telefonico diverso.
La procedura interattiva di primo avvio della app chiederà a questo punto di immettere il codice di verifica, inviato nel frattempo dal server Whatsapp tramite SMS al numero che avete indicato. Il codice di verifica potrà ovviamente essere consultato sullo schermo dell’apparecchio che potrebbe essere nelle vostre mani, ma potreste anche farvelo leggere a distanza nel caso in cui il numero telefonico utilizzato corrispondesse a un telefono che si trova a distanza da voi, anche dall’altra parte del mondo.