Facebook inizia a testare il recupero di un account bloccato attraverso il riconoscimento del volto

Vi è mai successo di perdere la password di Facebook durante un viaggio, rimanendo esclusi dal mondo social? Normalmente per recuperare l’account sarebbe necessario confermare la tua identità tramite un messaggio di testo ma qualora fossimo fuori dalla nostra nazione, in un paese dove è presente il roaming, effettuare tale operazione non è poi così semplice.

L’azienda nel corso degli anni ha provato diverse alternative ed ora, forse ispirata dal Face ID di Apple, sta iniziando a testare un nuovo metodo per recuperare il proprio account.

TechCrunch conferma che Facebook abbia iniziato i test per un nuovo metodo di recupero dell’account basato sul riconoscimento facciale.

Stiamo testando una nuova funzionalità per le persone che vogliono verificare rapidamente e facilmente la proprietà dell’account durante il processo recupero dello stesso. Questa funzionalità è disponibile solo sui dispositivi gia’ utilizzati per accedere al social network. È un altro passo, accanto all’ autenticazione a due fattori tramite SMS, che permette agli utenti di verificare e confermare la propria identità.

È importante notare che il social network non utilizza Face ID ma utilizza il suo sistema di riconoscimento facciale.

Uno dei precedenti sistemi testati da Facebook è stato quello di selezionare un numero pari a quattro – cinque “contatti attendibili” presenti nella nostra lista di amici. Nel caso in cui il nostro account dovesse essere bloccato, Facebook invia un codice a queste persone e una volta recuperato, sarà possibile ritornare in possesso del proprio account. Va ricordato che questo metodo è stato utilizzato solo come metodo di conferma dell’identità, in modo che i nostri “contatti attendibili” non possano utilizzare il codice per effettuare il login al posto nostro.