whatsapp

WhatsApp è una delle applicazioni più utilizzate per ogni tipo di attività, non solo per scambiarsi messaggi. Ma molti si chiedono: cosa succede al nostro account se perdiamo o ci viene rubato lo smartphone? Dalla società di proprietà di Facebook, si riferisce che la prima cosa da fare è “chiamare il proprio operatore telefonico e chiedergli di bloccare la SIM”.

E fin qui nulla di nuovo da una normale denuncia per smarrimento o furto di smartphone. Questo, infatti, non renderà “più possibile verificare nuovamente l’account di quel telefono perché, per attivare WhatsApp, è necessario ricevere un messaggio di testo o una telefonata per verificare l’account in questione“. Senza la SIM abilitata, questo procedimento non può essere fatto. Un account WhatsApp, come tutti sappiamo, può essere attivato solo con un numero di telefono e su un singolo dispositivo alla volta.

Di conseguenza, dopo il blocco della SIM nel telefono cellulare rubato, è possibile attivare WhatsApp sul nuovo dispositivo con una nuova SIM con lo stesso numero di telefono“, si spiega sul sito ufficiale dell’applicazione.

Dettagli importanti su account disattivati

1. Quando il nostro account è disattivato, non significa che sia stato eliminato;

2. Mentre disattivato, il nostro nome continuerà a essere visualizzato se i nostri contatti ci cercano e possono inviare messaggi che restano in attesa per un periodo massimo di 30 giorni;

3. Se riattiviamo l’account prima di questi 30 giorni, riceveremo i messaggi in sospeso sul nostro nuovo dispositivo;

4. Se non riattiviamo un account disattivato entro 30 giorni, questo verrà completamente eliminato automaticamente.