iPhone 8Al momento dell’uscita di iPhone 7 molti rimasero sorpresi per l’assenza del jack audio da 3.5 mm, una scelta controversa che impediva agli utenti di collegare i propri auricolari senza l’ausilio dell’adattatore. L’entrata lightining come unica porta fisica per ricaricare lo smartphone e collegarlo a periferiche.

Sono passati diversi mesi da allora, Apple non è tornata sui suoi passi e ha confermato la scelta in questione su iPhone 8 e iPhone X, ciò che è cambiato è il comportamento dei competitors? Cupertino ha fatto scuola ancora una volta? Da un certo punto di vista, si direbbe di sì…

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato di Google Pixel 2, il nuovo rivale di iPhone X, tra le caratteristiche del dispositivo c’è n’è una che salta all’occhio. Parliamo di un’assenza, quella del jack audio.

Curioso che anche Big G segua questa strada, ma sono già altre le compagnie ad aver fatto lo stesso. Pensiamo ad HTC, ma anche ai cinesi di LeEco. Anche Google ha presentato i suoi auricolari wireless, i Pixel Buds, impossibile non pensare a AirPods.

Il futuro è wireless, gli auricolari senza fili sono destinati a quote sempre più consistenti del mercato ma ormai il sasso è stato lanciato e la trasformazione è in atto.

Apple si è spesso attirata addosso molte critiche per i suoi tagli radicali con il passati, pensiamo al mancato supporto flash che tanto faceva discutere durante i primi anni dell’era iPhone. Di flash non parla più nessuno, a Cupertino ci hanno visto lungo anche stavolta?