Tempo di lettura: 2 minuti

apple-watch

James Green ne è sicuro: Apple Watch gli ha salvato la vita. James Green è un uomo al quale lo smartwatch di Apple ha salvato la vita dopo aver rilevato un battito cardiaco irregolare.

Tutto è accaduto la settimana scorsa, quando Green ha pubblicato un’immagine dall’ospedale in cui era ricoverato, commentando che lo “stupido computer da polso acquistato 2 anni fa” gli ha salvato la sua vita dopo averlo notificato di una frequenza cardiaca troppo alta.

Risulta, secondo Green, che avesse un’embolia polmonare in corso. Quindi, non era solo una frequenza cardiaca troppo alta, ma addirittura un blocco delle arterie. Green ha espressamente ringraziato Heart Watch, un’applicazione che può essere utilizzata per aiutare ad avvisare un utente quando vengono notate delle anomalie della frequenza cardiaca.


L’ultimo software su Apple Watch, watchOS 4, è in grado di identificare cambiamenti simili nella frequenza cardiaca e di avvisare l’utente che lo indossa. Per impostazione predefinita, può avvisare l’utilizzatore se la sua frequenza cardiaca supera i 120 bpm mentre sembra che sia a riposo.

Apple sta conducendo anche uno studio con la Stanford University e il fornitore di telemedicina America Well per cercare di capire se l’orologio intelligente può essere utile per individuare anche l’aritmia cardiaca, un tipo di battito cardiaco anormale che può causare o indicare gravi condizioni di salute.

Green, dal canto suo, ora è stato dimesso e rimandato a casa dopo l’incidente.