apple sfida netflix contenuti originali

Negli ultimi anni servizi di contenuti in streaming si sono dati battaglia per accaparrarsi la più vesta fetta di pubblico. Tra questi, Netflix ha sicuramente un posto di rilievo. Serie TV, spettacoli e film, con un canone mensile tutto sommato abbordabile è possibile accedere comodamente a tanti contenuti tramite vari device, questa ricetta però fa gola anche ai competitors.

Da ormai un decennio, Cupertino propone al pubblico un set-top box, Apple TV, device giunto alla quinta generazione. Un dispositivo che non ha vendite paragonabili a quelle di iPhone e iPad, giusto per fare due esempi, ma che l’azienda tuttavia non intende dismettere? Il perché è presto detto, Apple intende puntare forte sulla produzione di contenuti TV originali.

Abbiamo detto di Netflix, ma gli altri non stanno a guardare, pensate ad Amazon Prime Video, occhio però ad Apple che da tempo lavora su un progetto analogo. Le ambizioni della compagnia californiana non sono un mistero e da tempo grandi energie vengono convogliate sul settore video, qualcosa di ancora più grosso però sta bollendo in pentola negli ultimi giorni.

La Mela fa la voce grossa ed è pronta a mettere sul tavolo la bellezza di 4.2 miliardi di dollari entro il 2022 per produrre contenuti originali, l’indiscrezione arriva da Gene Munster. Riuscirà Apple a competere con Hulu, Netflix e Amazon Prime Video? Le prime produzioni originali, come Carpool Karaoke, sono già realtà, ma nei prossimi anni arriveranno sorprese ben più succulente.