macos sierra sicurezza Apple

MacOS High Sierra negli ultimi giorni ha fatto notizia per evidenti problemi di sicurezza, l’ultima incarnazione dell’ambiente operativo Apple infatti consentiva i diritti di amministrazione senza la necessità di inserire la password.

Una problematica che affligge la versione 10.13.1, niente da temere per chi ha una versione precedente. Le macchine sulle quali è montata l’edizione incriminata risultano vulnerabili, basta un accesso fisico al computer. Una situazione preoccupante, che Apple ha subito preso in carico.

Dati a disposizione di chiunque, una situazione che non poteva essere tollerata oltre. Ieri la segnalazione, nel giro di poche ore Cupertino è intervenuta con deciusione con un aggiornamento. A margine di questa azione, la stessa Apple ha diramato un comunicato per spiegare la situazione.

La sicurezza è una priorità dell’azienda, si legge, Apple non nega i problemi che hanno riguardato macOS High Sierra e si chiara dispiaciuta per l’accaduto. Aggiornamento disponibile per il download, invitiamo tutti gli utenti ad effettuarlo quanto prima.

Cupertino sottolinea il proprio impegno per far in modo che simili situazioni non si verifichino più, tuttavia non mancano mugugni da parte degli utenti e qualcuno ritiene che l’azienda non stia seguendo con la giusta attenzione il sistema operativo legando al mondo Mac, preferendo investire su iOS.