La presentazione di iOS 12 sta fomentando tutti gli utenti di Apple che non vedono l’ora di ricevere il nuovo aggiornamento.

Una febbre d’attesa che nasce sia dai problemi che sono stati riscontrati dall’utenza con iOS 11 che dalla voglia di ricevere nuove funzionalità e più stabilità sul dispositivo.

Dopo avervi mostrato i vari concept che si sono diffusi a macchia d’olio sul web e ammirato lo straordinario tema “dark” che tutti quanti vorrebbero, oggi analizziamo un’altra funzione che potrebbe diventare really smart: stiamo parlando della “Non Disturbare“.

Come cambierà -forse- questa funzione con l’avvento di iOS 12?

– Ma prima una piccola parentesi per chi non fosse al corrente dell’avvenimento dell’estate: iOS 12 verrà presentato il 4 giugno, tra appena 4 giorni! –

Prima di parlare del suo cambiamento, riprendiamo il concetto della funzione. Cos’è, come si usa? La funzione Non Disturbare è stata inserita per la prima volta negli iPhone grazie all’aggiornamento 11 del sistema operativo, essa invia un messaggio automatico al contatto che cerca di reperirvi telefonicamente quando siete occupati e non potete rispondere.

Un brevetto registrato da Apple qualche tempo fa, mostra come la suddetta diventerà ancora più utile e intelligente: siccome il telefono lo si porta da tutte le parti, esso è costantemente aggiornato sulla nostra posizione e su molti altri dati. Tutto ciò permetterà alla funzione di ricavare e inviare un messaggio più dettagliato al contatto.

Così, la Non Disturbare, al momento della ricezione della chiamata analizzerà tutte le informazioni in suo possesso per decidere autonomamente se passarvi la chiamata o rispondere al contatto con un messaggio tipo “sta guidando” o “sta facendo sport” e così via.

È una possibilità che al momento sembra molto utopistica ma nella mani di Apple tutto sembra realtà.