Tempo di lettura: 2 minuti
apple tv
È un anno molto impegnativo quello di Apple : in questo 2018 sembra essersi ripromessa di portare avanti mille progetti, tra cui la produzione di programmi del tutto originali.

Una notizia non nuova ma comunque chiacchierata dopo l’adesione al progetto di star del calibro di Oprah, del premio Oscar Octavia Spencer e ancora, del giovane registra e premio Oscar Damien Chazelle, ideatore di La La Land e molti altri ancora.

Ma le sorprese non finiscono qui, poiché in aggiunta ai diversi progetti già in esecuzione ad Apple Park, giunge una notizia che potrebbe far felici i migliori streamers del mondo, i fanatici delle serie tv che “vita sociale addio, fammi vedere questa serie da 8 stagioni tutta d’un fiato”!

Durante l’appena passato weekend, Recode ha delineato alcune possibilità riguardanti i piani dei contenuti, stimando dei prezzi in sintonia con quelli dell’industria attuale. Il rapporto presenta tre possibilità di abbonamento ai servizi:

  • La prima possibilità comprende la scelta con cui l’Azienda di Cupertino potrebbe rendere alcuni o tutti i suoi contenuti disponibili attraverso la sua app TV su iOS e tvOS gratuitamente. Una notizia sconcertante ma plausibile secondo diversi illustri del settore;
  • La seconda possibilità suggerisce che l’azienda offrirà i suoi contenuti video in un “servizio di abbonamento molto grande” con un prezzo forfettario, il quale includerà  anche Apple Music e servizi come Apple Care;
  • Infine, il rapporto cita “un dirigente televisivo che ha parlato con Apple” e afferma che la società intenderebbe offrire un servizio di abbonamento standalone per i suoi contenuti TV. Cosa c’è di straordinario? A quanto pare l’azienda vorrebbe proporre prezzi ancora più bassi di quelli di Netflix.

Vi ricordiamo che queste non sono notizie del tutto attendibili e che per maggiori informazioni non ci resta che attendere la fine di quest’anno.