apple-miliardi-dollari

Le azioni di Apple hanno raggiunto il livello più alto mercoledì scorso. Secondo per la BBC, questo aumento vertiginoso ha portato il valore di mercato della società a raggiungere un triliardo di dollari. In euro, qualcosa come 861.025 milioni di euro.

Dopo tutto, quanto costa un “trilione”? La matematica è una scienza esatta, ma dipende dal Paese in cui ti trovi. In Europa, un miliardo equivale a un milione di milioni, cioè 1 miliardo (dodici zeri). Già negli Stati Uniti, a sua volta, lo stesso valore è indicato come un trilione e si riferisce a un numero di nove zeri – che per noi è un miliardo.

Nella maggior parte dei Paesi europei è stata utilizzata una scala per denominare i grandi numeri – la scala lunga – mentre negli Stati Uniti è stata scelta una scala più breve. Tutto è uguale a un milione, poi iniziano le differenze: sulla scala breve, il termine è moltiplicato per mille volte dal primo; nel lungo, è moltiplicato per un milione. Questo sistema è in vigore dal 1948, quando questa lunga scala fu presentata per la prima volta alla 9a Conferenza dei pesi e delle misure.

L’apprezzamento delle azioni nella sessione borsistica di New York ha superato il 5% del mattino e ha fatto sì che ogni azione raggiungesse circa i 201 dollari, molto vicino ai 207 che sarebbero necessari per raggiungere livelli record. Verso le 12 di sera, lo stock ha raggiunto 207,05 dollari (178,24 euro), superando la barriera di valore. Poco dopo, tuttavia, il prezzo per azione è sceso leggermente al di sotto di questo obiettivo: ovvero quello di battere il record che, tuttavia, era già stato raggiunto.

Questo apprezzamento è venuto dopo che la società americana ha annunciato che la domanda per i modelli più costosi di iPhone è aumentata più del previsto, anche tenendo conto del fatto che il numero di ordini è aumentato solo dell’1%.

Il prezzo medio di vendita di un iPhone è di circa 623 euro, ben al di sopra dei 597 euro previsti dal mercato, che è un indicatore del fatto che la ricerca dei modelli più redditizi è più alta.

Il gigante della tecnologia afferma che il suo iPhone X – lanciato un anno fa e con un prezzo di circa 999 dollari – è stato il modello più venduto degli ultimi trimestri e ha fatto aumentare notevolmente le vendite.

 

 

Un successo in ogni ambito

I profitti di Apple sono poi aumentati del 31% circa nell’area dei servizi aziendali (tra cui App Store, Apple Music, iTunes Store e Apple Pay), un elemento che ha avuto anche il suo peso in questo storico apprezzamento.

Gli analisti affermano che questo apprezzamento “dimostra quanto sia stato potente l’ecosistema di Apple negli ultimi anni“. Si va oltre, più lontano affermando che “questa non è la fine“. Questo risultato è solo un segno che “ha raggiunto un nuovo livello e crescita dei profitti.

La crescente evoluzione del profitto che la società è riuscita a estrarre dalle aree di software e servizi è stata decisiva. Questo dimostra che la visione di Steve Jobs e Tim Cook nel garantire che Apple non sia limitata solo all’hardware è stata soddisfatta.

Apple non è, tuttavia, la prima azienda al mondo a raggiungere la soglia del miliardo di dollari. Questo traguardo è stato raggiunto da PetroChina nella prima sessione del mercato azionario della società nel 2007, sulla scia di un forte aumento dei prezzi del carburante. E’ stato solo per un momento, però, che la società ha avuto il valore di oltre un miliardo di dollari. Da allora, l’azienda ha avuto molte difficoltà sul mercato azionario per soddisfare le aspettative iniziali (oggi vale meno di 200 miliardi).