Apple e l'iPhone flessibile

Tutti i fan di Apple non vedono l’ora di settembre per scoprire finalmente tutti i dettagli sui nuovi iPhone 2018 che l’azienda presenterà. Secondo le ultime indiscrezioni i dispositivi saranno tre, due con schermo OLED e uno più economico con schermo LCD.

L’azienda di Cupertino ha appena segnato un record storico, sorpassando il valore dei mille miliardi in borsa. Da qualche giorno, a sorpresa di tutti, ha anche pubblicato un nuovo brevetto negli Stati Uniti riguardante un possibile iPhone flessibile.

 

Apple ha pubblicato un nuovo brevetto di un iPhone flessibile

Il nome del brevetto è “Foldable cover and display for an electronic device” e presenta una serie di modi e tecnologie capaci di far piegare uno schermo in base alle esigenze di ogni utente. Nel brevetto è descritto uno strato del display e uno strato di copertura, più un altro substrato con materiale di riempimento. Tra questi strati è presente anche una parte pieghevole, collegata direttamente alla copertura.

In questo modo, le parti ripiegabili potrebbero sopportare lo stress da compressione proprio mentre vengono piegate. Altre parti invece potrebbero reggere lo stress una volta aperte grazie a dei punti di sollecitazione. Così facendo, lo stress di piegatura potrebbe essere gestito sia dall’interno che dall’esterno.

Lo schermo dell’iPhone con questo sistema, potrebbe essere ripiegato in più modi diversi, a metà proprio come un libro oppure a zig-zag. Ripiegandolo a zig-zag sarebbe anche in grado di mostrare un terzo display, mentre tutto il resto viene nascosto. Il display potrebbe essere ruotato anche su se stesso. Non è il primo brevetto che Apple dedica ad un iPhone pieghevole, questo significa che l’azienda sta davvero pensando a questa possibilità.